Home | Interno | Politica | Lorenzo Ossanna (PATT) entra in giunta regionale

Lorenzo Ossanna (PATT) entra in giunta regionale

Secondo alcuni si rinsalda così il rapporto PATT e SVP, per altri invece si tratta di un accordo prematrimoniale del PATT con la LEGA

Il Consiglio della Regione autonoma Trentino Alto Adige ha nominato Lorenzo Ossanna (foto) come Assessore regionale in sostituzione di Claudio Cia che si era dimesso dopo aver chiuso la sua formazione politica «Agire» per passare alle fila di Fratelli d’Italia.
Secondo il segretario politico del PATT, Simone Marchiori, «la votazione del Consiglio regionale riavvicina Trento e Bolzano, ma non cambia il posizionamento del PATT a livello provinciale.
Per Ugo Rossi, che recentemente ha lasciato il PATT per aderire al partito «Agire» di Calenda, le cose stanno diversamente.
 
«Certo significa che Ossanna è assessore in virtù di un accordo PATT e LEGA, – ha risposto Rossi a una nostra domanda. – Altro che accordo PATT e SVP!
«Kompatscher non dice nulla, – prosegue Rossi. – Del resto, con la staffetta la regola è che le due province si occupano della Regione e come tali sono rappresentate nella regione. Ergo il PATT, entrando in giunta regionale lo fa (a maggior ragione se proposto da Fugatti) come espressione della maggioranza provinciale trentina.
«È come se il PATT non fosse più all’opposizione e alternativo quindi alla Lega – conclude l’ex presidente della Provincia – ed è per questo che io non ho votato Ossanna come assessore.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni