Home | Interno | Politica | Durnwalder a Vienna: «Ancora niente allarmi per l'autonomia»

Durnwalder a Vienna: «Ancora niente allarmi per l'autonomia»

Fischer riceve calorosamente il presidente della Provincia autonoma di Bolzano

image

«Non è ancora arrivato il tempo di lanciare l'allarme per l'autonomia altoatesina».
Così il presidente della Giunta provinciale Luis Durnwalder ha descritto oggi a Vienna, al presidente austriaco Heinz Fischer, la situazione dei rapporti tra Roma e Bolzano.
«Prima di chiedere il sostegno della potenza tutrice - spiega Durnwalder - vogliamo parlare con Monti e convincerlo del valore della nostra autonomia»
 
Dopo aver incontrato questa mattina il Ministro degli esteri Michael Spindelegger (vedi comunicato a parte), e aver partecipato in qualità di relatore assieme all'ex cancelliere Wolfgang Schüssel ad un convegno della Società austriaca di politica estera, il presidente della Giunta provinciale Luis Durnwalder è stato ricevuto questo pomeriggio a Hofburg dal presidente Heinz Fischer.
Così come nel precedente colloquio con Spindelegger, anche con Fischer la discussione è ruotata attorno ai rapporti fra Roma e Bolzano nell'ambito della manovra del governo Monti per il risanamento dei conti pubblici.
«Non è ancora arrivato il tempo di lanciare l'allarme per un attacco all'autonomia - sottolinea Durnwalder - ma ho comunque voluto informare il presidente austriaco della situazione, in maniera particolare per quanto riguarda i rischi connessi agli ultimi provvedimenti annunciati dal governo nazionale.»
 
Durnwalder ha ribadito a Fischer l'importanza del prossimo incontro con il premier Mario Monti.
«Lo vogliamo convincere dell'importanza di tutelare la nostra autonomia - prosegue il presidente altoatesino - che ha un valore anche costituzionale. Solo in caso di un'effettiva violazione dello Statuto e di un esito negativo del colloquio con il primo Ministro italiano, ci rivolgeremo a Vienna. Da questo punto di vista il presidente austriaco Heinz Fischer ci ha assicurato il suo sostegno.»
 
Archiviato il tema Roma-Bolzano, il discorso si è poi spostato sul tunnel di base del Brennero, e in particolare sulle richieste austriache di rivedere il progetto per una stima al ribasso dei costi.
«Ho ribadito la posizione della Giunta provinciale altoatesina - spiega Luis Durnwalder - per noi non esiste alternativa al tunnel. Siamo disponibili ad una seconda valutazione tecnica dell'opera, ma a patto che i lavori non vengano interrotti.»
 
Il presidente Fischer ha sottolineato che i poteri decisionali in materia spettano al governo, «ma in ogni caso - conclude Durnwalder - ha assicurato che si impegnerà per il rispetto degli obblighi sanciti dagli accordi internazionali già sottoscritti da Italia, Austria, Germania e Unione Europea.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni