Home | Interno | Politica | IMUP: decisa la gratuità temporanea delle visure catastali

IMUP: decisa la gratuità temporanea delle visure catastali

Altre modifiche importanti per cittadini e professionisti riguardo i tributi catastali

image

La Giunta Provinciale ha oggi dato il via libera - approvando la relativa deliberazione di Mauro Gilmozzi (nella foto), assessore all'urbanistica - a importanti modifiche che riguardano i tributi speciali catastali.
Modifiche che avranno effetti immediati a vantaggio dei cittadini, da una parte attivando nuovi strumenti di consultazione delle banche dati catastali e dall'altra prevedendo specifiche esenzioni.
 
Con l’introduzione dell’IMUP, a cui saranno soggetti tutti gli immobili, compreso la «prima casa», molti cittadini dovranno infatti verificare le rendite catastali delle Unità Immobiliari censite al Catasto fabbricati.
Per facilitare quest’adempimento sono previste la visualizzazione gratuita dei dati catastali (Catasto Fondiario e fabbricati) con l’utilizzo della Carta Provinciale per i Servizi (CPS).
 
Per il periodo che intercorre dal 1° maggio al 30 giugno 2012, in deroga al previsto pagamento dei tributi speciali catastali, è stata prevista anche la gratuità della visura catastale per le persone fisiche, munite di documento di riconoscimento, limitatamente ai propri immobili soggetti all’IMUP.
La stessa esenzione, sempre con gli stessi limiti applicativi, è concessa ai Comuni ed ai CAAF, tramite portale OPENkat.
 
Sono state previste inoltre delle modifiche sull’esazione dei tributi catastali riferiti all’estrazione di elenchi (di particelle e Unità Immobiliari) e della copia delle planimetrie catastali, a tutto vantaggio dell’utenza e dei liberi professionisti.
Sul fronte OPENkat, portale del Servizio Catasto d’accesso e consultazione telematica delle proprie banche dati, è stata introdotta la possibilità di esentare dal pagamento, sia del canone d’abbonamento sia dei tributi speciali catastali, anche i soggetti privati aventi sede nel territorio provinciale, incaricati dalla Provincia di espletare funzioni di pubblico interesse o di surrogare la Provincia stessa nell’espletamento dei propri compiti istituzionali, secondo i limiti stabiliti nel contratto di collegamento.
 
«Si tratta di una serie di provvedimenti - sottolinea l'assessore Gilmozzi - che vengono incontro a tutti i cittadini ed al mondo professionale, preso atto della situazione di crisi economica ed i connessi evidenti aggravi burocratici per il pagamento della nuova imposta IMUP. E peraltro segnano anche, allo stesso tempo, una nuova tappa nel perseguire le esigenze di semplificazione e razionalizzazione della materia catastale nell’ottica dello sviluppo e applicazione delle procedure informatiche e telematiche».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni