Home | Interno | Politica | Dellai: «Va scelta una terza via: l’Autonomia responsabile»

Dellai: «Va scelta una terza via: l’Autonomia responsabile»

Oggi il presidente della Provincia autonoma di Trento era agli Stati Generali del Centro Nord dell'associazione «ItaliaCamp»

image

«Il premier Mario Monti oggi ha indicato una terza via fra federalismo pasticciato e retorico e centralismo, che è quella di un'autonomia responsabile. – Ha detto il presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai, intervenuto agli Stati Generali del Centro Nord, promossi oggi presso l'Università di Verona dall'Associazione ItaliaCamp (di cui parliamo diffusamente in altro articolo). – Noi, come Provincia autonoma, che da sempre pratichiamo questa terza via di autonomia, abbiamo in questo senso una responsabilità in più: dobbiamo fare il possibile per dare impulso alle innovazioni, ai progetti nuovi.»
 
L’incontro era promosso in collaborazione con oltre 60 università italiane per valorizzare le migliori progettualità di 13 regioni del Centro e del Nord Italia emerse nell'ambito del concorso «La tua idea per il Paese».
Oggi gli «Stati Generali del Centro Nord» sono stati aperti dal presidente del Consiglio Mario Monti, affiancato dal rettore dell'Università Alessandro Mazzucco, dal sindaco di Verona Flavio Tosi, dal sottosegretario Antonio Catricalà (che è anche presidente onorario dell'Associazione ItaliaCamp), nonché dal presidente di ItaliaCamp Fabrizio Sammarco.
 
«Questa è stata una giornata interessante – ha proseguito il presidente Lorenzo Dellai – poco fa abbiamo tutti sentito alcune affermazioni del presidente del Consiglio Mario Monti, che ho trovato sinceramente incuriosito da questi Stati Generali del Centro Nord, nelle cui parole ho colto una lettura delle questioni del federalismo oggettivamente diversa rispetto alle tentazioni centriste, pur presenti in alcune posizioni recenti.»
 
«C'è una terza via fra il federalismo pasticciato e il retorico centralismo, – ha dichiarato Dellai. – Ed è quella di un'autonomia responsabile. Noi, province autonome, in questo senso abbiamo una responsabilità in più, che è quella di valorizzare la nostra esperienza.
«Trovarci attorno a queste idee per il futuro, vedere nuovi progetti presentati dai giovani di Trento e di Bolzano, ci deve dare fiducia nelle nostre autonomie che sono strumenti per aprire nuove strade per il futuro.»
 
Nel pomeriggio le sessioni di barcamp degli Stati Generali con le dieci idee finaliste per regione, fra cui appunto quelle del Trentino Alto Adige/Südtirol che sono state presentate al presidente Lorenzo Dellai.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni