Home | Interno | Politica | Monti annuncia che a priori non si schiererà con nessuno

Monti annuncia che a priori non si schiererà con nessuno

Ma sarà disponibile a fare il premier sostanzialmente a chi accetterà le sue condizioni

È ancora presto per dire se si tratta di una doccia fredda per le varie formazioni politiche che si riconoscono nel Grande Centro, ma oggi Mario Monti è intervenuto alla conferenza stampa di Natale per dire che non intende candidare alla guida di un preciso schieramento politico e che, semmai, sarà lui fare il leader di chi accetterà le sue condizioni.

La sua posizione è piuttosto singolare per un Paese che, non avendo modificato la legge elettorale, dovrebbe votare per il candidato premier alla guida del Governo.
Secondo le sue dichiarazioni, invece, dovrebbe restare fuori dall’agone politico (quindi senza illustrare programmi e linee da sottoporre agli elettori per ottenerne il consenso) per poi porsi alla guida di una maggioranza a priori non ben definibile.

Nel Centro, le formazioni più importanti sono rappresentate da Casini e Montezemolo, che secondo i sondaggi attuali non potrebbero raggiungere la quota attribuita al PD.
Quindi come procederanno? Beh, anzitutto dovranno individuale un leader di comodo, per poi concentrare su di lui programmi e slogan che siano condivisibili da Mario Monti.
Il quale ha anche dato delle dritte sul suo orientamento. Anzitutto la scelta di stare nell’Europa, quindi il mantenimento della linea del rigore.

Si tratterebbe dunque di condizioni accettabili, anche se con riserva. I leader che lo vorrebbero alla guida del Paese, infatti, hanno più volte sostenuto la necessità che a guidare il prossimo esecutivo ci sia una forte componente politica in grado di moderare il pragmatismo dei tecnici.
La condizione posta da Monti dunque sarebbe quella di lasciarlo continuare così.

Ma il vero problema nella situazione attuale è l’individuazione di un leader capace di raccogliere consensi sufficienti, per poi sostenere Monti.
Il che, nello scenario odierno è difficile da individuare, anche se qualche nome pare ormai predestinato.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni