Home | Interno | Politica | Monti a Trento a chiedere il consenso dei sostenitori di Dellai

Monti a Trento a chiedere il consenso dei sostenitori di Dellai

Le domande che i nostri lettori vorrebbero porre al presidente del Consilio

image

Mercoledì 6 febbraio si svolgerà l’incontro promosso da «Scelta Civica con Monti» sul tema «Terra alte, una proposta per la montagna alpina».
Vi parteciperanno Mauro Gilmozzi (moderatore), assessore urbanistica e enti locali Provincia Autonoma di Trento,, seguito da alcuni candidati dell'Arco Alpino: Silvano Martini (Veneto), Cristiana Gallizia (Friuli Venezia Giulia), Gabriele Rivadossi  (Lombardia),  Gianni Arolfo (Piemonte), Michele Anesi (Ladini di Fassa).
Porterà il suo contributo di Annibale Salsa, già Presidente Generale del CAI.
Ma il personaggio principale, atteso da tutti, è il presidente del Consiglio dei Ministri Mario Monti.
 
Non è un segreto che Dellai abbia dovuto combattere a lungo con Monti per salvaguardare l’integrità dell’Autonomia trentina. Poi, quando venne il momento, avevamo chiesto a Dellai con chi pensasse di candidare.
«Con Monti, – ci aveva risposto. – Sullo scenario nazionale non vedo nessuno del suo livello.»
La scelta di far parte della squadra di Monti è stata dettata soprattutto dalla necessità di ridare dignità alla politica?
«L’esperienza del Governo Tecnico è finita con lo scioglimento delle Camere, – ha precisato presentando la lista regionale per Monti. – Finché ci saremo noi, nessuno potrà mai toccare le autonomie locali, che sono la più bella esperienza del nostro Paese.»
In conferenza stampa, domani, chiederemo a Monti se intenderà esportare l’esperienza del trentino Alto Adige.
 
Ma cosa vorrebbero chiedere a Monti i nostri lettori? Lo abbiamo chiesto su Facebook, ed ecco alcune domande che provengono dalla rete.
Ciro: Quoziente Famiglia?
Mauro: Perché non ti levi di torno?
Cristina: Smettetela di prendere in giro la gente!!!
Giancarlo: È ancora vivo lo spirito che aveva dimostrato al Festival della famiglia?
Wilma: Perché ogni governo chiede sacrifici alla classe operaia, ai pensionati, e non toccano il settore del pubblico impiego e la classe politica? Mandando a casa chi ruba e chi prende uno stipendio senza lavorare (i furbetti ).
Angelo: Il primo governo tecnico del Paese è stato quello di Badoglio… L’ultimo è stato migliore?
Rita: Si parla poco dei giovani, quale sarà il suo progetto per loro futuro?
Cinzia: Quanto guadagna al mese... E come ci si sente a rubare ai poveri....
Antonio: Perché adesso pensa di ridurre le tasse che proprio lui ha imposto?
Valeria: È venuto a Trento per chiedere aiuto a Dellai?
Valentina: Pensa davvero che l’emergenza sia finita? Che sia possibile abbassare le tasse?
Rino: Candiderà per il Quirinale?
Giorgio: Perché ha fatto sciogliere le Camere due mesi prima della fine naturale?
Michele: I giovani, presidente... i giovani...!
Antonella: Qual è la differenza tra lo scarto quadratico medio e la deviazione standard?

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (1 inviato)

avatar
Vigo 06/02/2013
Sono e siamo cittadini del mondo, orgoglioso di essere italiano “quindi faccio il tifo per il mio paese” e come fa il contadino nel suo podere, bisogna tagliare i tralci secchi, bisogna estirpare le erbacce e i rovi e porre finalmente fine a privilegi e quant’altro solo per pochi altrimenti veramente saremo: “l’Italia del bengodi ma per i politici, i mafiosi e evasori”. Bisogna trovare un equilibrio fra Nord e Sud, non può esserci una cosi grande diversificazione nel tenore e costo vita, non può una abitazione costare 100 al sud e 400 al nord, sicuramente qualcosa non funziona e pertanto bisogna intervenire.
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 1 | visualizzati: 1 - 1

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni