Home | Interno | Politica | Il presidente Fugatti ha formato la nuova Giunta Provinciale

Il presidente Fugatti ha formato la nuova Giunta Provinciale

Sono strati nominati i consiglieri Mirko Bisesti, Roberto Failoni, Stefania Segnana, Mario Tonina e Giulia Zanotelli e, in qualità di assessore tecnico, Achille Spinelli

image

>
Questo pomeriggio il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti, ha firmato il decreto di nomina degli assessori provinciali con contestuale ripartizione degli affari fra gli assessori.
Faranno parte della Giunta provinciale i consiglieri Mirko Bisesti, Roberto Failoni, Stefania Segnana, Mario Tonina e Giulia Zanotelli. Inoltre Achille Spinelli in qualità di assessore tecnico.
Come si potrà vedere leggendo le competenze affidate ai singoli assessori, le novità rispetto alle giunte precedenti sono parecchie.
Anzitutto Fugatti ha tenuto per sé molte deleghe. La più importante è quella della Protezione Civile (Rossi l’aveva affidata a Mellarini). Il presidente ha trovato affascinante il funzionamento dell’organizzazione in questi giorni di emergenza, che ha deciso di diventarle il capo politico.
Per la prima volta vediamo sotto lo stesso tetto l’istruzione, l’università e la cultura, affidate a Mirko Bisesti. La ricerca scientifica, che prima era affidata all’assessora Ferrari insieme all’Università, è stata delegata all’assessore esterno Achille Spinelli. Fugatti ritiene che sia molto importante un raccordo diretto tra forze produttive e la ricerca e innovazione.
 

 
Invece ha raggruppato l’artigianato, il commercio e la promozione allo sport e al turismo, affidandolo all’assessore Roberto Failoni. Prima erano suddivise tra Dallapiccola, Olivi e Mellarini.
Ad Achille Spinelli sono dunque affidate le altre deleghe alle attività legate allo sviluppo economico, compreso Trentino Sviluppo.
Altre particolari attività economiche, come agricoltura, foreste, caccia e pesca, sono state affidate per la prima volta a una donna: Giulia Zanotelli
L’assessorato alla salute è stato affidato a Stefania Segnana, insieme alle politiche sociali e disabilità, ma con in più la «famiglia», voce nuova tra le deleghe.
La vicepresidenza sarà affidata a Rodolfo Borga (Civica Trentina), ma poiché è in malattia l’incarico è stato affidato ad interim al consigliere Mario Tonina (Progetto Trentino).
 

 
Dunque nell’esecutivo provinciale i respira aria nuova, giovanile e femminile.
I parlamentari che hanno accettato l’incarico di assessore si dimettono dal ruolo nazionale. È dunque più interessante lavorare per la Provincia autonoma di Trento che per lo Stato, oltretutto che molto probabilmente l'attuale legislatura non durerà 5 anni.
Il Consiglio di adopererà per far sì che le elezioni per la sostituzione dei parlamentari dimissionari possano avvenire insieme con quelle europee.


 
 Di seguito le competenze 
In capo al presidente Maurizio Fugatti rimangono:
- affari istituzionali;
- programmazione;
- affari finanziari e bilancio;
- organizzazione, personale, sistemi informativi e di telecomunicazione, affari generali;
- coordinamento degli interventi di semplificazione dell’attività amministrativa;
- società controllate e partecipate comprese le nomine di competenza della Giunta provinciale;
- informazione e comunicazione;
- protezione civile e prevenzione rischi;
- rapporti con l’Unione europea, cooperazione transfrontaliera ed interregionale;
- corpo forestale;
- interventi di cui alla legge regionale 5 novembre 1968, n. 40;
- appalti e contratti;
- viabilità e relativo demanio, comprese le funzioni delegate dallo Stato in materia;
- opere igienico-sanitarie e politiche per la gestione dei rifiuti;
- espropriazioni per pubblica utilità per tutte le materie di competenza provinciale;
- trasporti di interesse provinciale, comprese le funzioni delegate dallo Stato in materia, il piano della mobilità ed i porti lacuali ed escluse le linee funiviarie e gli impianti a fune;
- patrimonio, demanio ed edilizia pubblica di competenza della Provincia, comprensiva dell’attuazione della programmazione dell’edilizia scolastica e sanitaria;
- coordinamento interventi Interporto e Autostrada del Brennero;
- coordinamento politiche energetiche;
- riassetto istituzionale;
- coesione e sviluppo territoriale;
- sviluppo e valorizzazione delle zone montane;
- finanza locale;
- vigilanza e tutela sulle amministrazioni comunali, sui consorzi e sugli enti e istituti locali, ad eccezione delle istituzioni pubbliche di assistenza e beneficenza;
- usi civici;
- libro fondiario e catasto;
- tutela e promozione delle minoranze linguistiche;
- interventi in materia di sicurezza;
- rapporti con il Consiglio provinciale
Nonché quelle non attribuite espressamente ai singoli assessori;
 
Assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione, con funzioni di Vicepresidente: Mario TONINA
- urbanistica e piani regolatori;
- tutela del paesaggio;
- centri storici;
- tutela dell’ambiente;
- utilizzazione delle acque pubbliche;
- competenze in materia di energia di cui agli articoli 12 e 13 dello Statuto speciale e al d.P.R. 26 marzo 1977, n. 235;
- gestione dei parchi naturali, compreso il Parco dello Stelvio, protezione della flora e della fauna;
- coordinamento progetto Dolomiti patrimonio UNESCO;
- interventi provinciali per lo sviluppo dell’economia cooperativa e funzioni delegate in materia di cooperazione e vigilanza sulle cooperative.
 
Assessore all’istruzione, università e cultura: Mirko BISESTI
- sistema educativo di istruzione e formazione provinciale ed in particolare: scuola infanzia e prima infanzia - istruzione scolastica del primo e secondo ciclo - istruzione e formazione professionale - alta formazione e formazione permanente degli adulti - formazione del personale della scuola - programmazione dell’edilizia scolastica - diritto allo studio;
- università;
- tutela e conservazione del patrimonio storico, artistico e popolare;
- istituzioni culturali, accademie, istituti e musei aventi carattere provinciale, biblioteche, ivi comprese le biblioteche scolastiche;
- usi e costumi locali, manifestazioni ed attività artistiche, culturali ed educative locali;
- toponomastica;
- coordinamento dei progetti di rilevanza europea inerenti la cultura e la conoscenza;
- iniziative per la promozione della pace.
 
Assessore all’artigianato, commercio, promozione, sport e turismo: Roberto FAILONI
- turismo e relativo sistema territoriale;
- promozione territoriale, ivi compresi gli interventi relativi ai prodotti trentini;
- linee funiviarie e impianti a fune;
- interventi per la valorizzazione delle risorse termali;
- artigianato;
- commercio;
- fiere e mercati;
- attività sportive e ricreative con i relativi impianti e attrezzature.
 
Assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia: Stefania SEGNANA
- politiche sanitarie, ivi compresa l’assistenza sanitaria e ospedaliera;
- servizi socio-assistenziali;
- volontariato sociale;
- servizi socio-sanitari;
- assistenza e beneficenza pubblica, compresa la vigilanza e tutela sulle istituzioni pubbliche che esercitano tali attività;
- politiche per gli anziani comprese le case di riposo e le residenze sanitarie assistenziali (RSA);
- politiche per la disabilità;
- assistenza e previdenza integrativa;
- famiglia e natalità;
- coordinamento delle politiche a favore dei giovani;
- interventi per la realizzazione delle pari opportunità;
- politiche per la casa;
- tutela degli animali di affezione e prevenzione del randagismo.
 
Assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro: Achille SPINELLI
- interventi in materia di sviluppo economico e coordinamento delle relative azioni, compresi i rapporti con Trentino Sviluppo;
- interventi in materia di internazionalizzazione delle imprese trentine;
- attuazione della legislazione provinciale in materia di cooperazione allo sviluppo;
- ricerca scientifica;
- coordinamento degli interventi e dei progetti attuativi delle politiche comunitarie (Fondi strutturali dell’Unione europei ad esclusione di quelli in materia di sviluppo rurale);
- politiche ed interventi in materia di lavoro;
- interventi provinciali per il ripristino e valorizzazione ambientale;
- funzioni delegate in materia di Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato;
- miniere, cave e torbiere;
- acque minerali e termali.
 
Assessore all’agricoltura, foreste, caccia e pesca: Giulia ZANOTELLI
- agricoltura, patrimonio zootecnico ed ittico;
- coordinamento degli interventi e dei progetti attuativi delle politiche comunitarie in materia di sviluppo rurale;
- agriturismo;
- foreste, ivi comprese le foreste demaniali;
- demanio idrico e polizia idraulica relativamente ai corsi d’acqua di tutte le categorie;
- opere idrauliche di tutte le categorie;
- opere di prevenzione e gestione del territorio forestale, montano e relativo al reticolo idrografico di competenza dei servizi forestali;
- caccia e pesca.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni