Home | Interno | Rovereto | Rovereto, rimodulate al ribasso le tariffe per l’accesso ai nidi

Rovereto, rimodulate al ribasso le tariffe per l’accesso ai nidi

Le modalità organizzative imposte dall’emergenza sanitaria sono: apertura del servizio solo in orario mattutino, dalle 7-7.30 alle 13-13.30, pranzo compreso

Come si ricorderà, il 15 giugno 2020 sono stati riaperti tutti i nidi d’infanzia comunali di Rovereto; solo il nido Coccinella, oggetto di lavori di manutenzione straordinaria, ha accolto i bambini a partire dal 18 giugno.
A seguito del verificarsi dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, tutti i servizi prima infanzia erano stati chiusi all’utenza dal 5 marzo 2020.
Per rendere possibile la riapertura, è stato rimodulato l’intero progetto organizzativo del servizio con il ripensamento di tutti gli aspetti che lo caratterizzano, in particolare è stato necessario ridurre il numero dei bambini per sezione e del tempo di presenza dei bambini nella struttura.
Le modalità organizzative imposte dall’emergenza sanitaria sono le seguenti: apertura del servizio solo in orario mattutino, dalle 7-7.30 alle 13-13.30, comprensivo del momento del pranzo.
 
Con una lettera alle famiglie era stata data facoltà di scegliere se riprendere la frequenza in questa parte conclusiva dell’anno educativo (fino 24 luglio) o se attendere il prossimo settembre.
Per chi riprendeva la frequenza, la famiglia aveva facoltà di esprimere la manifestazione di interesse per la partecipazione al nido estivo programmato per il periodo 27 luglio - 7 agosto e la cui gestione è già affidata alla Cooperativa Bellesini.
Veniva infine comunicata l’esenzione dal pagamento della retta per chi decideva di non fruire del servizio e riduzione della quota fissa mensile al 60% per i bambini che riprendono la frequenza, considerato l’orario ridotto di apertura (circa 6 ore giornaliere a fronte delle 10 ore di apertura ordinaria).
 
Su 356 bambini iscritti negli otto nidi comunali, sono stati 156 quelli per i quali le famiglie hanno chiesto di riprendere la frequenza (43,82%) nel periodo giugno-luglio ed è stato possibile accogliere tutte le richieste, senza necessità di applicare criteri di priorità per l’accesso.
Nella sua ultima seduta di giunta (mercoledì 24 giugno) è stato quindi deciso che la quota fissa mensile della retta del nido, per i bambini che riprendono la frequenza nel periodo dal 15 giugno 2020 al 7 agosto 2020 è pari al 60% della retta attualmente applicata per ciascun bambino, in base ai criteri e alle modalità a suo tempo stabiliti (2013), fino alla conclusione dell’anno educativo 2019/2020.
Viene poi sancito che le famiglie che hanno optato per non far riprendere la frequenza ai propri bambini nel periodo dal 15 giugno 2020 al 7 agosto 2020 sono esonerate dal pagamento delle rette fino alla conclusione dell’anno educativo 2019/2020.
 
La rilevanza contabile del presente provvedimento è già ricompresa nel bilancio previsionale in gestione 2020/2022 e sarà adeguata con il prossimo assestamento di bilancio in fase di predisposizione.
Quanto è stato deciso ieri è in linea con il regolamento per la gestione dei servizi socio-educativi per la prima infanzia prevede all'art. 26 che: «…La Giunta comunale definisce i criteri in base ai quali vengono determinate le quote di partecipazione mensile delle famiglie per la fruizione del servizio, nonché i criteri per la concessione delle agevolazioni tariffarie».
E poi al comma 4 «...la quota fissa mensile è dovuta per tutto il periodo di iscrizione della bambina o del bambino al nido, tranne che nei periodi di chiusura delle strutture disposte dal Comune, in occasione di festività o per cause comunque imputabili all’amministrazione, quali, a scopo puramente esemplificativo, gli scioperi, o per interruzione totale del servizio per cause di forza maggiore».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni