Home | Interno | Rovereto | Rovereto, la nuova «Be Factory» apprezzata dalla città

Rovereto, la nuova «Be Factory» apprezzata dalla città

Tanti i cittadini che raggiungono la storica Manifattura Tabacchi – Trentino Sviluppo ricorda le attenzioni da avere per vivere in sicurezza gli spazi

image

Foto di Florio Badocchi.

Dopo la rimozione delle recinzioni che separavano la ciclabile lungo il torrente Leno da Progetto Manifattura, sono numerosi i cittadini che scelgono di raggiungere lo storico compendio attraverso la «passerella» che corre sopra i nuovi spazi produttivi Be Factory.
Trentino Sviluppo esprime soddisfazione per l’interesse mostrato dalla città verso l’hub della sostenibilità e, in attesa di poter organizzare proprio lì eventi e momenti di incontro dedicati, raccomanda il rispetto di alcune regole di utilizzo di spazi pensati come un grande boulevard pedonale: non è infatti possibile andare in bicicletta, giocare a pallone o fare jogging, al fine di preservare la pavimentazione galleggiante realizzata in legno e pietra trentina.
 

 
C’è soddisfazione per il fatto che il nuovo compendio Be Factory sia molto frequentato.
«L’apertura dell’incubatore alla città e ai suoi cittadini aveva proprio questo obiettivo», – spiega Nicola Polito, direttore operativo di Trentino Sviluppo.
I visitatori si concentrano soprattutto sulla passerella che corre sopra i moduli produttivi a disposizione delle aziende e collega la ciclabile sul Leno alla storica piazza della Manifattura.
La struttura, lunga 200 metri, è interamente sbarrierata e offre un punto di osservazione privilegiato sull’intera vallata.
A sud est si possono infatti scorgere l’Ossario e la Campana dei Caduti, mentre a ovest lo sguardo è libero di vagare tra i Monti Stivo e Biaena.
La passeggiata, circondata dalle piante di «Sedum», è realizzata con materiali sostenibili, a filiera corta, come legno, vetro e verdello di Trento.
 

 
Considerata la natura galleggiante della pavimentazione, è tuttavia necessario prestare attenzione ad eventuali inciampi.
«Trattandosi di un’area esclusivamente pedonale – ricorda Polito – si raccomanda di non percorrerla in bici, skateboard o motorino, per evitare in primis di incorrere in incidenti ed infortuni e, in secondo luogo, per evitare di arrecare danni al camminamento, come evidenziato dall’apposita segnaletica installata.»
La passeggiata è liberamente percorribile dal lunedì al sabato dalle ore 7 alle 21.
È attivo un servizio di videosorveglianza e guardiania attivo 24 su 24.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni