Home | Interno | Rovereto | Radarmeteo e Hypermeteo trovano casa a Rovereto

Radarmeteo e Hypermeteo trovano casa a Rovereto

Le due aziende padovane apriranno in Progetto Manifattura, l’hub della green economy di Trentino Sviluppo, per l’analisi dei dati meteorologici

image

>
Con mercoledì 23 marzo, Giornata mondiale della meteorologia, Radarmeteo e Hypermeteo saranno operative in Progetto Manifattura. Le due imprese padovane lavorano nell’ambito dell’implementazione di tecnologie e algoritmi di integrazione dei dati meteorologici e hanno scelto di aprire un ufficio nell’hub greentech di Trentino Sviluppo a Rovereto per costruire nuove partnership con le aziende trentine di filiera e aprirsi ai mercati europei grazie ai servizi per l’internazionalizzazione. Nella nuova business unit lavoreranno fino a sei tecnici, impegnati a sviluppare nuove soluzioni business to business per multiutility, aziende dei trasporti, compagnie assicurative e gestori di rete.
Sapere è potere. A maggior ragione quando parliamo di previsioni atmosferiche. Proprio per questo, l’Organizzazione mondiale della meteorologia ha scelto di dedicare la Giornata mondiale della meteorologia 2022 – in programma domani mercoledì 23 marzo – al tema «Early Warning, Early Action».
 
Un’allerta precoce e tempestiva permette infatti a cittadini, imprese e comunità di adottare gli opportuni correttivi per contrastare gli effetti del cambiamento climatico e i fenomeni atmosferici spesso violenti ad esso associati.
Lo sanno bene i tecnici di Radarmeteo, società padovana impiegata da più di quindici anni nell’erogazione di servizi di supporto meteorologico operativo business-to-business e nell’implementazione di piattaforme per la visualizzazione e integrazione dei dati metereologici.
Il responsabile commerciale Francesco Dell’Orco spiega: «La meteorologia è una scienza in costante evoluzione. La digitalizzazione e l’avvento dei big data hanno messo a disposizione di questo settore una grande quantità di dati, ovvero di molte informazioni su cui creare valore aggiunto. Sempre più, quindi, la meteorologia generalista delle app sta lasciando spazio alla meteorologia focalizzata, orientata cioè all’individuazione di dati e trend specifici, utili a un singolo cliente».
 

 
È il caso, per esempio, delle multiutility, dei gestori di rete, delle compagnie assicurative, dei consorzi di bonifica e delle imprese della viabilità e dei trasporti per conto delle quali Radarmeteo raccoglie specifici dati meteorologici, li integra con gli algoritmi sviluppati internamente e va a creare servizi personalizzati.
L’azienda – che conta su un team di 25 tecnici con competenze nel campo della fisica, della fisica dell’atmosfera, dell’ingegneria, dell’informatica, della statistica e della data science – dal 2021 si avvale del supporto di un nuovo braccio operativo, la startup Hypermeteo. All’interno della startup lavorano quattro addetti, focalizzati sull’analisi dei dati meteorologici e sulla loro integrazione.
 
Fondate entrambe a Padova, Radarmeteo e Hypermeteo avevano già rapporti con il Trentino e in particolare con il corso di laurea in Meteorologia avviato dall’Università di Trento nel 2018. Di qui il contatto con Trentino Sviluppo e l’accordo per costituire una piccola business unit nell’hub greentech Progetto Manifattura a Rovereto. Il nuovo ufficio, nello storico Edificio delle Zigherane, inizialmente ospiterà 2 tecnici che poi cresceranno fino a raggiungere, a regime, quota 6.
«Se siamo qui – conclude Dell’Orco – è perché vogliamo farci contaminare dalle idee e dalle proposte delle altre realtà presenti nel polo e speriamo, grazie anche alla formazione e al supporto in materia di internazionalizzazione, di poterci aprire a nuovi mercati nel resto d’Europa».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande