Home | Interno | Rovereto | Riunione d'Apertura a Rovereto: doppiette per Demattè e Bona

Riunione d'Apertura a Rovereto: doppiette per Demattè e Bona

Doppio successo con altrettanti PB per Giacomo Bona nel peso e disco. In pista Nancy Demattè ha fatto suoi i 150 e 300, imitata dal veronese Giacomo Bertoncelli


Foto di Valeria Biasioni / FIDAL Trentino.
 
Mattinata di doppiette a Rovereto, con lo Stadio Quercia teatro come di consueto della Riunione di Apertura della stagione su pista, tradizionale meeting di metà aprile proposto dall'Us Quercia Trentingrana.
La campionessa tricolore U18 Nancy Demattè (Us Quercia Trentingrana, 150 e 300 metri), il moriano Giacomo Bona (Lagarina Crus Team, peso e disco) ed il veronese Giacomo Bertoncelli (Atletica Insieme Verona, 150 e 300) hanno infatti saputo centrare un duplice successo, con Bona pronto ad impreziosire ulteriormente la giornata con altrettanti primati personali, come il 46,52 nel disco ed il 14,33 nel peso.
 
In pista il debutto stagionale di Demattè con i nuovi colori dell'Us Quercia Trentingrana ha portato in dote un 18"29 nei 150 metri seguito in chiusura dal 40"20 che le ha permesso di perfezionare la doppietta; su entrambe le prove alle sue spalle si è inserita la fiemmese Sofia Trettel (Us Quercia Trentingrana), a sua volta campionessa italiana u18 in carica (nei 400hs) e capace di 18"60 e 40"60.
La terza doppietta di giornata come detto è stata a firma del quattrocentista veronese Bertoncelli: 16"15 nei 150 e soprattutto 33"85 nei 300 metri per lui, pronto a lasciarsi alle spalle sulla distanza più breve i padroni di casa Tommaso Marcato (16"35) e Pietro Carpentari (16"53), secondo invece nei 300 con 35"48.
 
I 600 metri hanno proposto in seconda serie l’assolo della padovana Chiara Silvia Meroi (Assindustria Sport) interprete di un incisivo 1’32”55 che ha preceduto l’analogo monologo della feltrino Arianna D’Alberto (Us Quercia Trentingrana) nei 2.000 metri, chiusi in 6’32”86 mentre il mezzofondo maschile ha visto il veronese Leonardo Tesini (Atletica Insieme) fare suoi i 600 (1’21”49) con Matteo Spanu (Atletica Malignani Udine) avere la meglio nel giro finale dei 2.000 metri (5’22”78) del più giovane padrone di casa Simone Valduga (Us Quercia Trentingrana), secondo sul piede del 5’30”23.
 
Per quanto riguarda gli altri concorsi, bene nel lungo Simone Fedel (Us Quercia Trentingrana) che con 7,09 ha preceduto il più giovane compagno di team Andrea Furlan Pavesi (6,96), imitato al femminile dalla fiemmese Sofia Boninsegna (Us Quercia Trentingrana) con 5,64 mentre le altoatesine Linda Maria Pircher (Asv Lana Raika, 12,30 nel peso) e Karoline Puntaier (Sg Eisacktal, 33,32 nel disco) hanno firmato i lanci al femminile.
Ad aprire il meeting allestito dall’Us Quercia Trentingrana sono state le prove riservate ai diversamente abili.

Tutti i Risultati.


Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande