Home | Interno | Rovereto | «Con Energenius lo shopping si fa green»

«Con Energenius lo shopping si fa green»

L’azienda insediata in Progetto Manifattura ha sviluppato con FBK una piattaforma di intelligenza artificiale che aiuta a ridurre i consumi energetici del 15%

image

>
Il riscaldamento altissimo con le porte aperte in pieno inverno o le luci accese a mezzogiorno in piena estate.
Sono solo alcuni degli sprechi di cui a volte capita di lamentarsi quando si frequentano negozi e centri commerciali.
Ma presto potrebbero essere solo un ricordo. La startup Energeniusm insediata in Progetto Manifattura, l’hub della green economy di Trentino Sviluppo a Rovereto, ha infatti realizzato l’innovativa piattaforma «GEM-Retail», che permette agli store manager delle grandi catene di ridurre i consumi energetici fino al 15%.
La piattaforma, che si installa fin da subito in modo pratico senza bisogno di configurazione, si basa sull’intelligenza artificiale e sulla gamification ed è stata implementata in collaborazione con l’unità di ricerca RiSING della Fondazione Bruno Kessler attraverso un progetto finanziato nell’ambito della legge 6/1999 per la promozione e la valorizzazione della ricerca industriale in Trentino.
 
Pochi mesi dopo aver presentato il nuovo sistema di dashboard per l’efficientamento energetico delle celle ipogee del consorzio Melinda, la startup Energenius chiude con successo un secondo progetto volto al monitoraggio e alla riduzione dei consumi, questa volta nell’ambito del commercio al dettaglio.
Fondata nel 2017 e insediata nell’hub green di Trentino Sviluppo a Rovereto Progetto Manifattura, Energenius si occupa di monitoraggio e analisi energetica automatizzata e di telecontrollo degli impianti in realtà industriali e terziarie.
La startup tecnologica – che conta 15 persone tra dipendenti e collaboratori – si rivolge principalmente a grandi realtà industriali, edifici terziari, retailer, enti pubblici e grande distribuzione organizzata, ossia a chi abbia la necessità di dover gestire e analizzare una grande quantità di dati energetici ed ambientali.
 

 
Ad oggi, Energenius ha circa 250 clienti, per conto dei quali raccoglie, conserva e analizza più di 8 triliardi di dati ogni anno. Per riuscire a elaborare una tale quantità di informazioni, ha sviluppato una piattaforma software chiamata GEM-Analytics (Genius Energy Manager), che integra le più moderne tecnologie open-source per l’analisi di big-data e gli algoritmi di Intelligenza Artificiale sviluppati da Google e Facebook.
Al fine di valorizzare ancora di più i dati raccolti nell’ambito di GEM-Analytics, nell’agosto 2020 Energenius ha avviato un nuovo progetto di ricerca nell’ambito della legge 6/1999 per la valorizzazione della ricerca in provincia di Trento. Il progetto, denominato GEM- Retail, e sviluppato in collaborazione con l’unità di ricerca RiSING del centro Cyber Security della Fondazione Bruno Kessler, aveva come obiettivo quello di implementare la piattaforma GEM al fine di renderla facilmente utilizzabile anche da chi dovesse gestire molteplici unità di lavoro dislocate su più Paesi.
 
«Pensiamo – spiega Claudio Peroni di Energenius – ai negozi di abbigliamento diffusi in tutti i continenti, alle filiali delle banche, ai supermercati e alle catene di ristoranti.
«Con l’aumento generalizzato delle bollette, le rispettive sedi centrali sentono ancora più forte il bisogno di ridurre gli sprechi, ma per farlo hanno bisogno di soluzioni economiche, da installare in centinaia o migliaia di siti, ma anche semplici da configurare e da utilizzare.»
GEM-Retail – che è stata testata da una multinazionale italiana leader nel settore dell’abbigliamento con più di 2000 negozi in tutto il mondo – risponde proprio a questi requisiti. Infatti, funziona fin da subito senza bisogno di configurazione.
La ricerca condotta con FBK ha permesso di realizzare una serie di algoritmi di intelligenza artificiale in grado di identificare automaticamente inefficienze e sprechi, di prevedere i consumi futuri, di analizzare la qualità dell’aria e i rischi di infezione da Covid-19, e di segnalare i negozi più critici in termini di efficienza energetica e qualità dei parametri ambientali.
 

 
La piattaforma sviluppata da Energenius, infine, interagisce direttamente con il personale del negozio attraverso un’applicazione mobile che suggerisce comportamenti virtuosi, segnala criticità in modo intuitivo e premia i miglioramenti ottenuti dal punto di vista energetico e di benessere.
Ciò permette agli amministratori di individuare gli interventi e le scelte tecnologiche da preferire e ai commessi e store manager di essere coinvolti direttamente nel processo di ottimizzazione energetica degli spazi di lavoro, con un miglioramento della qualità dell’aria e delle perfomance energetiche che supera il 15% del totale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande