Home | Interno | Rovereto | GlassFORM.ai inaugura la joint venture italo-francese

GlassFORM.ai inaugura la joint venture italo-francese

Negli spazi del polo di Trentino Sviluppo la new.co applicherà l’intelligenza artificiale alla produzione di contenitori in vetro

image

>
Intelligenti, automatizzate, iperconnesse. Sono le vetrerie del futuro e da oggi la loro trasformazione in ottica 4.0 si progetta negli spazi di Progetto Manifattura - Be Factory, l’hub della green economy di Trentino Sviluppo a Rovereto.
È nata qui, infatti, GlassFORM.ai, joint venture tra le multinazionali Bottero di Cuneo e Tiama di Lione che si occuperà di controllare e ottimizzare il processo di realizzazione di contenitori in vetro attraverso l’intelligenza artificiale e il machine learning.
I nuovi spazi produttivi sono stati inaugurati con una cerimonia ufficiale e l’immancabile taglio del nastro.
 
Soddisfatto per il nuovo insediamento anche il presidente di Trentino Sviluppo, Sergio Anzelini.
«L’arrivo di GlassFORM.ai in Progetto Manifattura – sottolinea Anzelini – chiude positivamente un cerchio aperto qualche anno fa con la riqualificazione dell’ex compendio Whirpool di Trento.
«Grazie anche ai fondi europei, lì si è insediata la multinazionale Vetri Speciali, che già lavora con Bottero e Tiama.
«Avere ora tutte e tre queste imprese leader di settore in Trentino porterà sicuramente benefici a tutto il territorio in ottica di filiera.»
 

 
Bottero, fondata in Piemonte nel 1957, è l’unica azienda al mondo attiva sia nel settore del vetro piano che del vetro cavo attraverso la fornitura di macchinari di alta tecnologia a clienti in oltre 100 Paesi nel mondo.
La costituzione di GlassFORM.ai è un’iniziativa congiunta con la francese Tiama, leader mondiale nella fornitura di soluzioni d’ispezione e controllo qualità per l’industria degli imballaggi in vetro.
La joint venture, grazie anche alla collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler, si occuperà di sviluppare nuovi tool di intelligenza artificiale per automatizzare sempre più la gestione della produzione ovvero il controllo della qualità e del processo produttivo dei contenitori in vetro attraverso gli algoritmi.
 
Ciò permetterà di aumentare la produttività, di alleggerire i contenitori e di ridurre i difetti di fabbrica e di conseguenza gli sprechi di materie prime, anche in un’ottica di economia circolare, risparmio energetico e sostenibilità della produzione.
«Non è un azzardo dire che la costituzione di GlassFORM.ai rappresenta un’iniziativa di frontiera a livello europeo, e forse, mondiale, nel controllo di processo smart del nostro settore, – commenta Marco Tecchio, CEO di Bottero e di GlassFORM.ai. – L’automazione è di straordinaria importanza nell’industria vetraria e i prodotti Bottero sono da sempre all’avanguardia grazie a soluzioni innovative, sviluppate sfruttando le nostre competenze di processo e tecnologia, incluse quelle in Machine Learning (ML) e Artificial Intelligence (AI).»
 

 
«Questa iniziativa è una tappa essenziale nel nostro sviluppo strategico che ambisce alla completa automazione del processo di formatura del vetro.
In GlassFORM.ai stiamo formando un team di giovani formato da ingegneri elettronici e matematici, di elevata professionalità e competenza tecnica, che ci permetterà di accelerare lo sviluppo del prodotto.
Attualmente sono circa una decina, ma presto arriveranno a 25».
«Creare insieme a Bottero una società indipendente per offrire soluzioni universali nel processo di formatura dei contenitori in vetro ci è parsa una scelta naturale, anche perché l’automazione, in questo settore, sta diventando fondamentale per rispondere alle correnti sfide del mercato, – aggiunge Benoît Burin Des Roziers, CEO di Tiama. – I trend in evoluzione sono evidenti in molti settori industriali e Tiama è determinata nel contribuire a fornire soluzioni competitive a tutti i propri clienti.
«Il settore dei contenitori in vetro, in cui operiamo, ha bisogno di queste soluzioni per affrontare le nuove sfide che si presenteranno e noi con questa joint venture vogliamo fornire un contributo determinante alle risposte che si aspetta il mercato.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande