Home | Interno | Rovereto | Alle «CAD Olympics» debutta il premio per la casa in legno Arca

Alle «CAD Olympics» debutta il premio per la casa in legno Arca

Tre nazioni, 80 istituti e 1.500 studenti in gara. Nuova sfida su un edificio in legno

Una casa in legno in stile campano, sardo o addirittura croato? Non è un gioco, o meglio sì. Ma un gioco molto serio.
Debutta infatti quest’anno all’interno di CAD Olympics 2013, dodicesima edizione delle olimpiadi per programmatori CAD lanciate nel 2001 dall’Istituto «Fontana» di Rovereto, una sezione speciale riservata alle costruzioni in legno progettate secondo i parametri ARCA.

Gli oltre 1.500 studenti in gara, in rappresentanza di 80 istituti di 19 regioni italiane, comprese 4 scuole slovene e 2 croate, potranno sfidarsi a colpi di prospetti e simulazioni in 3D nel progettare una villetta in legno di 140 metri quadrati secondo i parametri prestazionali ARCA «Green», ma tenendo conto anche dei canoni architettonici tipici della propria terra.
I progetti, che dovranno pervenire entro il 30 aprile, verranno valutati da una giuria tecnica e premiati il 25 maggio prossimo con tanto di medaglia e assegni in denaro, proprio come una vera olimpiade.

«Un’iniziativa, questa del premio speciale riservato alla progettazione di una casa in legno – spiega Andrea Vinante, docente presso l’Istituto «Fontana» – che conferisce ulteriore interesse all’edizione 2013 delle CAD Olympics, permettendo ai ragazzi di sfidarsi su un terreno nuovo. Il fatto poi che ciascun progetto debba essere conforme allo stile, al paesaggio e alla tradizione architettonica di luoghi diversi, in Italia ma anche all’estero, può costituire per ARCA un banco di prova interessante, in grado di testare l’efficacia e l’appeal anche in altri contesti climatici e paesaggistici del sistema di certificazione ideato in Trentino».

«Puntiamo molto sulla collaborazione con le scuole – sottolinea Mauro Casotto, amministratore unico di ARCA Casa Legno - e crediamo che le CAD Olympics possano contribuire a coltivare negli studenti degli istituti per geometri, i progettisti e gli esperti di cantiere di domani, la curiosità e l’interesse per le costruzioni in legno. Può inoltre rappresentare per loro una valida prospettiva professionale, considerata la crisi dell’edilizia tradizionale opposta invece alla vivacità dal settore dell’edilizia sostenibile ed in particolare delle costruzioni in legno».

Le CAD Olympics, competizione individuale riservata agli studenti degli istituti tecnici per geometri, sono organizzate dall’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico «Felice e Gregorio Fontana» di Rovereto e dall’Associazione per l’insegnamento del Cad, con la collaborazione del Dipartimento Istruzione della Provincia autonoma di Trento.
A queste singolari Olimpiadi di Autocad partecipano un numero crescente di scuole: dai 6 istituti e 76 studenti, tutti trentini, della prima edizione targata 2001 si è infatti passati agli 80 istituti e 1.500 studenti in rappresentanza di 19 regioni italiane, ma anche di Slovenia e Croazia, dell’edizione di quest’anno che, dopo la fase nazionale che si terrà il 3 maggio a Lanciano (Chieti), vivrà la sua sfida finale il prossimo 25 maggio a Rovereto.

In quell’occasione verranno premiati anche i vincitori della sezione speciale «Progetta una casa in legno ARCA», organizzata in collaborazione con ARCA Casa Legno, la società di Trentino Sviluppo al quale è affidato il compito di promuovere il primo sistema di certificazione per edifici con struttura portante in legno.
Gli studenti futuri geometri si sfideranno quindi nella progettazione di una casa unifamiliare di 140 metri quadrati a due o più piani.

Il progetto dovrà essere conforme al livello “Green” del regolamento tecnico ARCA e l’edificio dovrà essere collocato nel territorio della regione di appartenenza: i concorrenti dovranno quindi tener conto, nel sviluppare la loro ideale casa in legno, anche dei canoni stilistici ed architettonici tipici della propria terra e del contesto paesaggistico nel quale la villetta di colloca.
I progetti, che dovranno pervenire alla Segreteria delle CAD Olympics, presso l’Istituto «Fontana» di Rovereto entro il prossimo 30 aprile, verranno valutati da una Giuria tecnica composta da Antonio Frattari, docente presso il Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanica dell'Università degli studi di Trento, dai professori ed architetti Andrea Vinante e Franco Cramerrotti (Istituto «Fontana»), dagli ingegneri Stefano Menapace (ARCA) e Francesca Dalpiaz (Trentino Sviluppo) e da Patrick Ribaga (Sintech Home Srl) in rappresentanza di progettisti e costruttori di case in legno.

Il 25 maggio, nell’ambito della premiazione internazionale di CAD Olympics, si terrà anche l’assegnazione dei premi previsti dalla sezione speciale dedicata alla casa in legno: 2.500 euro per il primo classificato, 1.500 euro per il secondo e 1.000 euro per il terzo.
I progetti vincitori saranno esposti in una mostra allestita presso la stessa scuola roveretana.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni