Home | Interno | Rovereto | Convenzione tra comunità e comuni per la gestione della Tares

Convenzione tra comunità e comuni per la gestione della Tares

Riguarda la Vallagarina e corrisponde a una partita di quasi 7 milioni di euro annui e oltre 35 mila fatture erogate

L’assemblea della Comunità della Vallagarina nella sua ultima seduta ha approvato la convenzione tra i Comuni di Ala, Avio, Besenello, Brentonico, Calliano, Folgaria, Lavarone, Luserna, Mori, Nogaredo, Nomi, Pomarolo, Ronzo Chienis, Terragnolo, Trambileno, Vallarsa, Villa Lagarina e Volano (sono esclusi i Comuni di Rovereto e Isera) che definisce la modalità di gestione del tributo comunale sui rifiuti e sui servizi (Tares) per l’anno in corso.
Si tratta di una partita di quasi 7 milioni di euro annui e oltre 35 mila fatture erogate che su decisione dei Comuni viene gestita dalla Comunità della Vallagarina.
 
Come si ricorderà dal 1° di gennaio 2013 non è più applicabile la TIA presuntiva basata sulla tariffa derivante da una combinazione di superficie e numero componenti il nucleo familiare per le utenze domestiche e da quella i Comuni e il soggetto gestore che è la Comunità dovevano scegliere tra due opzioni: l’istituzione della TARES, che viene calcolata con una combinazione tra superficie  in metri quadri e numero dei componenti il nucleo familiare, con quota fissa e quota variabile, oppure l’istituzione della TIA puntuale, basata in modo predominante sulla misurazione dei rifiuti prodotti da ogni singolo utente.
È stata scelta la Tares non solo perché la Tia è problematica e complessa nelle procedure (la fatturazione della TIA puntuale, in base ai principi fissati dalla giurisprudenza deve avvenire, per non incorrere in potenziali (probabili) ricorsi, con calcolo esatto del volume/peso dei rifiuti prodotti e conferiti da ogni utente e questo presuppone l’indispensabile presenza e la regolare funzionalità dei dispositivi di misurazione), ma anche perché lo Stato ha intenzione di rivedere la materia già il prossimo anno.
 
Dunque, entro il 31 marzo i Comuni dovevano approvare il nuovo regolamento Tares, spetta infatti a ogni singola municipalità stabilire la tariffa, i tempi e la rateizzazione del versamento.
Approvati i regolamenti non rimaneva che ratificare la convenzione tra i Comuni e la Comunità della Vallagarina che è gestore del servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani della valle.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni