Home | Interno | Rovereto | Percorso formativo di Hypertec Solution e Trentino Sviluppo

Percorso formativo di Hypertec Solution e Trentino Sviluppo

Al via Hypermec Academy: l’iniziativa è stata presentata in Polo Meccatronica da Alessandro Olivi e dal patron di Hypertec Daniele Dall’Oliol

«Imparare facendo»: questo l’obiettivo di Hypermec Academy, il percorso di alta formazione pratica per neoingegneri meccatronici promosso da Hypertec Solution in collaborazione con Trentino Sviluppo.
L’iniziativa – inaugurata oggi, mercoledì 30 maggio negli spazi Hypertec di Polo Meccatronica a Rovereto dal presidente dell’impresa Daniele Dall’Olio, dal vicepresidente della provincia Alessandro Olivi e dal consigliere delegato di Trentino Sviluppo Sergio Anzelini – mira a colmare il gap tra le competenze accademiche maturate dagli ingegneri all’università e le abilità trasversali richieste dalle aziende che cercano nuovi addetti nell’ambito della stampa 3D, dell’elettronica, della metrologia e dell’ICT.
 
Di qui l’idea di avviare un’academy che formi i talenti universitari direttamente sul campo, secondo due diversi modelli: il primo, denominato «Premium», si rivolge alle aziende del comparto meccanico-meccatronico ed ha una durata compresa tra i 6 e i 18 mesi; il secondo percorso, denominato «Master», è pensato invece per gli ingegneri interessati a potenziare la propria formazione con un training intensivo della durata di un mese.
Unici nel loro genere in Triveneto, i corsi dell’Hypermec Academy partiranno il prossimo autunno.
«Fai, impara, diventa»: questo il motto della nuova Hypermec Academy, il percorso formativo per neolaureati in Ingegneria meccatronica promosso da Hypertec Solution in collaborazione con Trentino Sviluppo.
 

 
L’iniziativa, inaugurata oggi, mercoledì 30 maggio, presso la sede dell’impresa insediata in Polo Meccatronica a Rovereto, mira a colmare il differenziale tra il sapere accademico maturato con lo studio e le competenze pratiche necessarie per lavorare in un’azienda meccatronica.
All’inaugurazione erano presenti il vicepresidente della Provincia autonoma di Trento Alessandro Olivi, il consigliere delegato di Trentino Sviluppo Sergio Anzelini e il presidente di Hypertec Solution Daniele Dall’Olio, che spiega: «Questa academy è la naturale evoluzione dell’Hypertec Farm, il percorso formativo che, nella nostra sede di Ozzano in Emilia Romagna, abbiamo messo a punto per i nostri ingegneri. Le lezioni si sono rivelate efficaci e ben presto le imprese del territorio hanno iniziato a chiederci se fosse possibile aprirle anche ai loro tecnici.»
 
«L’avvio di questa iniziativa – osserva Alessandro Olivi, vicepresidente della Provincia autonoma di Trento - è la prova che Polo Meccatronica non è un condominio di imprese dove si fabbricano pezzi, ma un luogo d’incontro e contaminazione tra aziende di diverse dimensioni in continua crescita, una sorta di città nella città in cui gli attori dell’economia, della formazione e della ricerca dialogano per implementare nuove tecnologie e creare per i giovani nuova occupazione altamente specializzata.»
Sull’importanza di investire in formazione e conoscenza si è soffermato anche Sergio Anzelini, consigliere delegato di Trentino Sviluppo: «Attrarre nel nostro Polo aziende innovative, sostenere i progetti di ricerca e gli investimenti tecnologici ha senso solo se di pari passo si investe sulla creazione di quelle competenze e professionalità che sono il vero fattore di successo per far sì che gli investimenti tecnologici si tramutino in un vantaggio competitivo per le aziende sul mercato.»
 

 
Di qui l’idea di replicare l’innovativo modello didattico, trasformandolo in un vero e proprio corso di specializzazione post-laurea a Rovereto.
Decisiva, nella scelta della sede delle lezioni, la presenza della ProM Facility di Trentino Sviluppo che fungerà da piattaforma integrata laboratoriale per la progettazione, verifica e validazione di sistemi e processi produttivi, attraverso dotazioni all’avanguardia nell’ambito della meccanica (stampa 3D, AM-machining), elettronica (schede e sistemi integrati), ICT (simulazione, Internet of Things), prototipazione di prodotti e metrologia.
In partenza con il prossimo autunno, l’academy si articola in due percorsi distinti: «Premium» e «Master».
Il primo si rivolge direttamente alle aziende meccanico-meccatroniche che trovano difficoltà nel reperire personale formato tramite i canali tradizionali.
Hypertec Solution le supporterà nell’attività di scouting del candidato ideale nei diversi atenei italiani e, una volta individuato, lo formerà con due settimane di lezioni frontali e due settimane di stage presso la sede di Rovereto.
 
A fine tirocinio, la risorsa diventerà dipendente Hypertec e continuerà il training fino a raggiungere – dopo un periodo di tempo compreso tra i 6 e i 18 mesi – il profilo professionale richiesto dall’azienda a inizio mandato e sarà dunque pronta per essere assunta dalla stessa.
Il costo della formazione sarà a carico dell’impresa che ha iscritto la risorsa all’academy.
Il secondo percorso, denominato «Master» si rivolge invece direttamente ai neolaureati che vogliano potenziare la propria formazione con due settimane d’aula e due di stage direttamente sul campo.
In questo caso i costi saranno a carico dei partecipanti stessi, ma i più meritevoli potranno beneficiare delle borse di studio messe a disposizione da Hypertec Solution.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni