Home | Interno | Rovereto | 39° Oriente Occidente Dance Festival, l'anteprima

39° Oriente Occidente Dance Festival, l'anteprima

Oriente Occidente Dance Festival anticipa la programmazione ufficiale con un’anteprima: in scena la danza di Natiscalzi DT con le voci del Coro S.Ilario

image

>
Si prepara all’inaugurazione ufficiale Oriente Occidente. E lo fa con un’anteprima che fonde danza contemporanea e canto popolare: la compagnia Natiscalzi DT sarà in scena sabato 24 agosto alle 20.30 al Teatro alla Cartiera di Rovereto accompagnata dal Coro S.Ilario.
 
Un’anteprima tutta roveretana quella che anticipa la programmazione ufficiale della 39ma edizione di Oriente Occidente, al via giovedì 29 agosto.
Sabato 24 agosto al Teatro alla Cartiera di Rovereto alle ore 20.30 in scena Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli con la compagnia Natiscalzi DT, ospite del progetto di residenze Komm Tanz della Compagnia Abbondanza/Bertoni, insieme al Coro S.Ilario in una collaborazione su un progetto articolato intorno alla figura di Faust di Goethe, a cui i coreografi si ispirano anche per la tappa presentata a Oriente Occidente dal titolo Sabba ed Evocazioni.
 
Simbolo di crisi e rivoluzione, a metà strada tra l’umano e il divino, Faust rappresenta la transizione da un ordine a un altro, è colui che in nome del sapere, distrugge tutto per poi ricostruirlo sulle macerie.
«Faust è plurale – raccontano gli autori – come la società contemporanea bulimica di simboli, sempre più frammentata al suo interno e desiderosa di incontri e relazione umana.»
 
Da queste considerazioni ha preso il via il lavoro sulle partiture coreografiche, nelle quali si torna al rito del sabba, la danza diabolica che travolge Faust e lo costringe al patto.
Ma il rito del sabba ha nel lavoro di Monza e Rossi Valli un risvolto positivo: è una danza che evoca e possiede la capacità di ribaltare il corso delle cose, aprendo nuove possibilità e conoscenze.
 

 
I danzatori in scena cercheranno le nuove traiettorie rese possibili dal rito, attingendo alla memoria di Rovereto, ai ricordi della comunità e costruendo attraverso questi una narrazione di corpi in movimento uniti alle voci maschili del Coro S.Ilario, che in questa occasione si esibirà insieme a Giorgio Mirto, compositore dei brani e chitarrista che accompagnerà il coro nello spettacolo.
I coristi, sotto la direzione del Maestro Federico Mozzi, esploreranno in questa occasione una nuova vocalità, alla ricerca di suoni profondi legati all’ambientazione del Sabba.
 
Non è la prima volta che il Coro S.Ilario si confronta con la produzione artistica contemporanea.
Nato nel 1979 come coro popolare di montagna, dopo un percorso inizialmente legato alla tradizione, il coro inizia ad esplorare nuovi mondi dell’arte e sperimentare contaminazioni strumentali, come quelle con il tastierista Mark Harris, con il fisarmonicista Renzo Ruggeri o l’incontro con la voce di Antonella Ruggiero fino alla musica elettronica di Chiarastella Calconi.
«Siamo orgogliosi di essere presenti nell’ambito del Festival Oriente Occidente, – affermano i coristi. – Si arricchisce così il nutrito elenco di appuntamenti importanti dove abbiamo potuto sottolineare il valore della coralità trentina, che ha in questi anni saputo portare ad alto livello il canto di tradizione popolare ma anche scrivere nuove esperienze corali.»
 
Natiscazi DT è la compagnia nata dall’unione delle esperienze artistiche di Tommaso Monza e Claudia Rossi Valli.
I due autori, dopo aver condiviso i palchi come interpreti di spicco della compagnia Abbondanza/Bertoni, hanno nel 2012 iniziato una collaborazione portata avanti positivamente e con successo negli anni.
A Oriente Occidente 2017, avevano ripensato a un grande classico del repertorio ballettistico in chiave contemporanea, Lo Schiaccianoci, rielaborando con ardore moderno l’originale di Petipa-Ivanov-Čajkovskij.
 
L’anteprima del 39° Oriente Occidente Dance Festival è realizzata grazie alla collaborazione del Festival e del CID – Centro Internazionale della Danza con il progetto di residenze artistiche Komm Tanz della Compagnia Abbondanza/Bertoni.


 
 ANNOTAZIONI PER UN FAUST / SABBA ED EVOCAZIONI 
Anteprima Sabato 24 agosto Ore 20.30
Teatro alla Cartiera
In collaborazione con Komm Tanz - Compagnia Abbondanza/Bertoni
Ideazione e coreografia Tommaso Monza, Claudia Rossi Valli
Musica Giorgio Mirto
Scenografia Tommaso Monza
Costumi Claudia Rossi Valli
 
Danzatori Samuele Arisci, Marco Bissoli, Laura Lorenzi, Ludovica Messina, Claudia Rossi Valli
Voci Coro S.Ilario
Prodotto da Natiscalzi DT
Coprodotto da Teatro di Anghiari, Compagnia Abbondanza/Bertoni, Anghiari Dance Hub, Kanterstrasse, Tendance Festival, Compagnia Scena Nuda di Reggio Calabria
Con il supporto di Archivio dei Diari di Pieve Santo Stefano
Durata 45’.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni