Home | Interno | Rovereto | Nuova pista allo Stadio Quercia, «Valduga: è il primo passo»

Nuova pista allo Stadio Quercia, «Valduga: è il primo passo»

Il sindaco di Rovereto: «Attendiamo la ratifica da parte della Pat degli impegni del 2016 per proseguire con la tribuna Est»

Poco prima del taglio del nastro, il Sindaco Francesco Valduga ha sottolineato che l’inaugurazione della nuova pista di Atletica dello Stadio Quercia è solo il primo passo di un lavoro che si spera di completare presto con il rifacimento della Tribuna Est.
«Un progetto esiste già: attende solo che l'attuale Giunta Provinciale ratifichi gli impegni che erano stati assunti con il protocollo d’intesa siglato nel febbraio 2016 con l'Amministrazione Rossi, – ha detto Valduga. – Questi lavori sono estremamente importanti perché consentono non solo il miglioramento delle strutture sportive cittadine, ma anche il miglioramento della società attraverso lo sport e i valori positivi che trasmette.
«Nel frattempo abbiamo concluso l’iter per intitolare le due tribune a due personaggi dello sport roveretano: la tribuna ovest sarà dedicata a Remo Albertini, quella est a Edo Benedetti.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni