Home | Interno | Rovereto | Il Don Milani di Rovereto attivata per arrivare a tutti gli studenti

Il Don Milani di Rovereto attivata per arrivare a tutti gli studenti

Nella particolare situazione attuale si è voluto potenziare e diffondere tra i docenti l’uso di piattaforme come G Suite, Google Classroom o Google Hangouts Meet

image

>
Le scuole si fermano, ma non le lezioni e l’azione didattica.
Al Don Milani di Rovereto si prosegue con un’attenzione in più: arrivare a tutti gli studenti.
«Tenendo conto della nostra utenza, al fine di assicurare a tutti gli studenti l’accesso alle lezioni, utilizziamo sia piattaforme per didattica sincrona, sia piattaforme per lezioni asincrone», afferma il Dirigente Scolastico, dott. Paolo Chincarini.
Già la scorsa settimana sono stati avviati corsi intensivi di formazione per i docenti sulle forme di didattica on line più efficaci.
Lo strumento di comunicazione principale, già in uso da anni, è il registro elettronico Mastercom, per uno scambio rapido di informazioni tra docenti, studenti e famiglie e un primo invio di materiali.
Ma ora, nella particolare situazione in cui ci troviamo, si è reso indispensabile potenziare e diffondere tra i docenti l’uso di piattaforme come G Suite, Google Classroom o Google Hangouts Meet.
 
La prof.ssa Maria Rosaria Agrello, animatore digitale dell’Istituto, ha condotto in questi giorni alcuni corsi che hanno visto la partecipazione di un centinaio di docenti, per esplorare assieme tutte le potenzialità della formazione a distanza e delle piattaforme a essa dedicate.
«Il nostro Istituto promuove da tempo l’applicazione della tecnologia all’azione didattica privilegiando, ad esempio, la produzione di videolezioni grazie alla strumentazione professionale di cui disponiamo in un vero e proprio studio televisivo dotato di tecnologia Chroma Key. Tutti i nostri docenti hanno la possibilità di realizzare video con qualsiasi sfondo, come nei più sofisticati documentari», spiega il Dirigente.
Il docente incaricato di fornire supporto ai docenti nell’implementazione delle videolezioni, prof. Amilcare Corradetti, afferma: «Creare videolezioni in modalità asincrona consente di mettere a disposizione degli allievi una serie di contenuti didattici fruibili dai giovani secondo modalità per loro più consone, risolvendo esigenze di didattica a distanza e favorendo nel contempo soluzioni tipiche della cosiddetta flipped classroom, che stimola negli studenti una maggiore partecipazione all’apprendimento.»
 
Tuttavia, poiché l’utenza è eterogenea e non tutte le famiglie possiedono la strumentazione tecnologica necessaria per seguire le lezioni on line, per tutti coloro che desiderano ritirare materiale cartaceo, la scuola resta aperta.
Perché, affermano i docenti, non dobbiamo mai perdere di vista l’obiettivo prioritario: arrivare sempre a tutti i nostri studenti.
«In questo momento ritengo importante», afferma il Dirigente Scolastico, «essere vicino non solo ai nostri studenti, offrendo loro tutto il supporto possibile per poter seguire le lezioni a distanza, ma anche ai miei insegnanti, che si sono subito mobilitati per fornire questo sostegno. A questo scopo, già la scorsa settimana, ho mobilitato la nostra animatrice digitale e il docente figura strumentale per le nuove tecnologie didattiche, creando un gruppo di lavoro pronto a rispondere alle emergenze didattiche del momento e che sia di supporto a tutti i docenti. Tutti dobbiamo impegnarci per vincer questa nuova sfida. Una cosa è certa», conclude il dott. Chincarini, «ad emergenza conclusa la scuola trentina ed italiana non sarà più la stessa, nuove sinergie e nuove metodologie didattiche saranno state acquisite e questo andrà a beneficio della scuola del futuro e dei loro studenti.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni