Home | Interno | Ambiente | Produttivi ed ecosostenibili: ecco gli spazi di lavoro del futuro

Produttivi ed ecosostenibili: ecco gli spazi di lavoro del futuro

Come organizzare gli spazi, come sistemare le rinnovabili, l'illuminazione sulla produttività: in tutti i casi va fatta una scelta di design riciclabile

Quando si pensa alla sostenibilità ambientale anche negli spazi di lavoro, non si tratta solo e unicamente di installare lampadine a basso consumo ma occorre fare delle scelte diverse, modificando drasticamente le abitudini.
Si tratta quindi di scelte nuove e innovative che guardano alla sostenibilità non solo degli spazi ma anche dal punto di vista degli investimenti a lungo termine, senza mai trascurare la produttività.
Infatti, la sostenibilità di un ufficio si misura anche in base al grado di prestazioni del lavoratore.

 
Come organizzare gli spazi
Anzitutto, la sostenibilità ha a che fare con l’organizzazione degli spazi poiché l’open space ormai è stato eletto come la soluzione migliore che coniuga produttività e sostenibilità.
Sebbene il sistema sicuramente significhi abbandonare la classica divisione gerarchica, vanta diversi punti di forza che hanno a che fare con la socializzazione, il mutuo aiuto tra i dipendenti, la sinergia, il team building, la collaborazione.
Bisogna sempre incentivare comportamenti più attenti verso l’ambiente installando anche una bella pattumiera a pedale per la raccolta differenziata.
 
Spazio alle rinnovabili
Le aziende del futuro erogano energia elettrica grazie a pannelli fotovoltaici. Infatti, le energie rinnovabili solo un punto su cui ogni azienda deve insistere il più possibile.
Prestare più attenzione a come si alimentano gli impianti di riscaldamento e di aria condizionata aiuta avere un risparmio energetico che si traduce in risparmio economico.
Tante industrie e aziende di produzione hanno messo a punto dei sistemi per incenerire gli scarti industriali e, allo stesso tempo, alimentare il sistema produttivo riducendo l’impatto ambientale e gli scarti prodotti.
 
Che ruolo gioca l’illuminazione sulla produttività
La produttività resta però il cruccio principale di tutti gli amministratori; a ben guardare, grazie a soluzioni innovative, ogni lavoratore riesce a dare il meglio di sé. Basti pensare alla possibilità di regolare l’intensità luminosa in base alle proprie esigenze e desideri.
Quando il singolo si sente libero di adattare l’illuminazione in base al lavoro da svolgere, aumenta la produttività. Sempre di più in futuro si andrà verso una gestione personale dello spazio della scrivania delle postazioni di lavoro seppur condivise.
 
La scelta di un design riciclabile
Perché l’ufficio e gli spazi di lavoro restano a dare risposte a chi in cerca di maggiore sostenibilità ambientale, entra in campo anche il design. I prodotti, i mobili e gli arredi oggi sono radicalmente cambiati rispetto un tempo.
Sono quindi prodotti con uno o più di riguardo alla compatibilità ambientale per fare davvero la differenza. Si preferiscono così materiali riciclati al 100% ma non solo. Invece di buttare via arredamenti che non hanno nulla che non va, viene data loro una seconda occasione. Infatti, si possono vedere degli uffici con elementi di seconda mano scelti accuratamente, grazie anche al ritorno dello stile retrò.
Quando si parla di sostenibilità bisogna anche ricordare che l’immobile e i fabbricati aiutano l’azienda a essere più sostenibile perché realizzati con un basso impatto ambientale.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni