Home | Interno | Ambiente | Protezione civile, Alto Adige: cessato l'allarme per il forte vento

Protezione civile, Alto Adige: cessato l'allarme per il forte vento

Il vento si è placato e il Centro funzionale provinciale dell'Agenzia per la Protezione civile ha deciso di far rientrare l'allerta dei giorni scorsi

Dopo il forte vento che ha caratterizzato la notte fra lunedì 5 e martedì 6 aprile, nonchè l'intera giornata di ieri, il fenomeno meteorologico ora si è placato.
Sono state registrate velocità massime che hanno raggiunto, ad esempio, a Molini di Tures gli 85 chilometri orari, ma non sono stati registrati danno di rilievo.

Nelle zone occidentali e settentrionali dell'Alto Adige il vento proveniente da Nord anche oggi è forte, ma ha una velocità inferiore e nei prossimi giorni, secondo le previsioni degli esperti dell'Ufficio provinciale meteorologia e prevenzione valanghe, diminuirà ovunque.
«Oggi, mercoledì 7 aprile, si è pertanto deciso di far rientrare l'allerta legato al forte vento», riferisce il direttore del Centro funzionale provinciale, Willigis Gallmetzer.
 
  Il preavviso mette in preallerta la Protezione civile 
«L'avvertimento da parte dell’Agenzia della Protezione civile ha consentito di mettere in allerta i servizi di emergenza, le comunità e gli operatori - sottolinea il direttore Rudolf Pollinger - il nostro appello aiuta a riconoscere i potenziali pericoli e ad evitare i rischi.»
 
  Il livello di attenzione alfa rimane in vigore 
Lo stato di Protezione civile di attenzione (alfa) rimane comunque in vigore a causa dell'emergenza epidemiologica per il rischio di contagio da Covid-19.
stato fornisce informazioni generali sulla situazione in Alto Adige per quanto riguarda la protezione civile e il grado di attivazione delle istituzioni che ne fanno parte.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni