Home | Interno | ANA | Conferenza stampa della sezione trentina degli alpini

Conferenza stampa della sezione trentina degli alpini

Un successo la sede provvisoria del museo degli alpini nella storica Torre Vanga

image

La moto Benelli V 500, la prima in dotazione agli alpini.
 
Venerdì 15 dicembre 2023 si è tenuta presso Torre Vanga la conferenza stampa di fine anno della Sezione ANA di Trento:
«Il 2023 ha rappresentato il primo anno di definitiva ripartenza dopo il covid, ricchissimo di iniziative atte a recuperare il rapporto quotidiano tra Alpini e comunità trentina» – ha affermato Lorenzo Andreatta, Direttore della rivista Doss Trent.
Successivamente ha preso parola il Presidente della Sezione ANA di Trento Paolo Frizzi ricordando avvenimenti importanti del 2023.
Tra di essi ha citato il raduno sezionale a Borgo Valsugana il 2 e il 4 giugno dopo una pausa di sette anni a causa della pandemia e il campionato nazionale di Corsa in Montagna a staffetta in settembre.
Frizzi ha richiamato alla memora con affetto i 260 soci andati avanti; la Sezione si unisce alle famiglie nel ricordarli.
 
È seguito un bilancio dei gruppi del 2023: il totale dei soci iscritti è di 22439, suddivisi tra Alpini e Aggregati: ha avuto luogo una leggera flessione rispetto al 2022 che consente di chiudere con un sostanziale segno positivo pari a circa l’1,32% della forza associativa.
Verranno pubblicati sul Libro Verde della Solidarietà alpina edizione 2024 i dati riguardanti il volontariato; le ore lavorate sono 111.722,5.
Pochi giorni fa la Sezione ha versato una donazione cospicua alla sede nazionale, frutto della raccolta fra i Gruppi in favore dell’iniziativa nella Romagna martoriata dall’alluvione: ne trarrà beneficio il comune di Tredozio (Forlì), dove l’ANA realizzerà una ventina di alloggi per altrettante famiglie.
 

 
È giunto a completamento anche l’intervento di ricostruzione del cosiddetto «Ort dei Saltari» in località Magnola a Segonzano, uno dei 5 interventi realizzati con i fondi raccolti con la cessione dei panettoni e pandori degli Alpini per il progetto post Vaia «“l’Alpino adotta un pino – aiutaci ad aiutare».
In programma è anche «Bosco della Memoria» sul colle di Tenna.
Per il 2024 sono previsti tre eventi in particolare: innanzi tutto la creazione della «casa Trento» all’adunata di Vicenza -un campo di attendamento dedicato agli alpini trentini.
A fine luglio si terrà il tradizionale pellegrinaggio in Adamello in Val di Pejo, quest’anno organizzato dalla Sezione di Trento. Avrà luogo inoltre la seconda edizione del campo scuola nazionale.
 
È stato evidenziato il successo della mostra «Alpini Trentini in Russia» presso Torre Vanga, che ha raccolto quasi 9.000 visitatori, dove si è recata anche dalla commissione difesa del senato.
Per arricchire la mostra la Sezione ha acquistato un esemplare di Moto Benelli V 500, utilizzata dall’esercito nella Seconda Guerra mondiale.
Ha concluso la conferenza il dott. Luca Gabrielli, direttore dell’Ufficio ben storico-artistici della PAT: «Gli Alpini hanno saputo interpretare il carattere di Torre Vanga. Non è un edificio facile da vivere. Speriamo che anche i prossimi due anni di collaborazione saranno fruttuosi come quelli passati.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande