Home | Interno | Calamità | Stromboli, l’allerta passa da livello giallo ad arancione

Stromboli, l’allerta passa da livello giallo ad arancione

La fenomenologia è in decremento, ma l'ampiezza delle fluttuazioni a livello medio-alti indica una certa instabilità

image

Foto di A Di Pietro - INGV.
 
L’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia comunica che nel corso di un sorvolo effettuato oggi con telecamere speciali è stato appurato che è cessato il trabocco lavico dell’area centromeridionale del 30 agosto. Il fronte lavico presenta un graduale raffreddamento.
Il flusso di anidride solforosa indica un moderato decremento.
L’ampiezza media del tremore vulcanico nelle ultime ore si sta riportando ai valori rilevati prima della recente sequenza esplosiva.
L’ampiezza della fenomenologia, tuttavia, mostra fluttuazioni a livelli medio-alti. Il quadro presenta dunque una certa instabilità.
 
Di fronte a queste informazioni, il Dipartimento della Protezione Civile ha disposto il passaggio di allerta dal livello giallo ad arancione e l’attivazione della fase operativa di preallarme, secondo quanto previsto dal Piano nazionale di emergenza per l’isola.
La decisione, informa la Protezione civile, «è basata sulle segnalazioni delle fenomenologie e sulle valutazioni di pericolosità rese disponibili dai Centri di competenza che per lo Stromboli sono l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Osservatorio Etneo, Osservatorio Vesuviano e Sezione di Palermo), l’Università di Firenze ed il Cnr-Irea».
Sulla base di queste segnalazioni si è deciso, inoltre, di estendere a due miglia marine, l’interdizione di navigazione nel tratto di mare antistante la Sciara del Fuoco.

Foto di Alessandro La Spina effettuata nel corso del ripristino delle strumentazioni danneggiate dalle recenti attività esplosive.







Foto di A Di Pietro
 
L’Osservatorio Etneo dell’Istituto Nazionale di geofisica e vulcanologia comunica che nel corso di un sorvolo effettuato oggi con telecamere speciali è stato appurato che è cessato il trabocco lavico dell’area centromeridionale del 30 agosto. Il fronte lavico presenta un graduale raffreddamento.
Il flusso di anidride solforosa indica un moderato decremento.
L’ampiezza media del tremore vulcanico nelle ultime ore si sta riportando ai valori rilevati prima della recente sequenza esplosiva.
L’ampiezza, tuttavia, mostra fluttuazioni a livelli medio-alti. Il quadro presenta dunque una certa instabilità.
 
Di fronte a queste informazioni, il Dipartimento della Protezione Civile ha disposto il passaggio di allerta dal livello giallo ad arancione e l’attivazione della fase operativa di preallarme, secondo quanto previsto dal Piano nazionale di emergenza per l’isola.
La decisione, informa la Protezione civile, «è basata sulle segnalazioni delle fenomenologie e sulle valutazioni di pericolosità rese disponibili dai Centri di competenza che per lo Stromboli sono l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Osservatorio Etneo, Osservatorio Vesuviano e Sezione di Palermo), l’Università di Firenze ed il Cnr-Irea».
Sulla base di queste segnalazioni si è deciso, inoltre, di estendere a due miglia marine, l’interdizione di navigazione nel tratto di mare antistante la Sciara del Fuoco.
 
Foto di Alessandro La Spina effettuata nel corso del ripristino delle strumentazioni danneggiate dalle rcenti attività esplosive.
Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni