Home | Interno | Calamità | Area Piscirelli, video Fake sul web: «Nessun nuovo cratere»

Area Piscirelli, video Fake sul web: «Nessun nuovo cratere»

Lo precisa l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia che si riserva di segnalare alle autorità il procurato allarme

image

>
In merito a un video che in queste ore sta girando in rete che riporta notizie allarmistiche relative a un «cratere» che si sarebbe formato «durante le festività pasquali» nell’area flegrea, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) dichiara quanto segue:

- il «cratere» cui si riferisce il video è l’area fumarolica di Pisciarelli;
- il presunto «cratere» non si è formato nelle feste pasquali, ma è attivo da ben oltre 10 anni;
- la Sezione dell’INGV «Osservatorio Vesuviano» effettua misure continue (h24) nell’area attraverso l’utilizzo di stazioni geochimiche che misurano: la temperatura della fumarola, il flusso di CO2 e la concentrazione di CO2 misurata in aria.
Inoltre, con l’utilizzo di stazioni sismiche viene monitorato (h24) anche il tremore fumarolico;
- la Sezione dell’INGV «Osservatorio Vesuviano» effettua sopralluoghi e campionamenti almeno settimanali nell’area di Pisciarelli;
- l'evoluzione del processo di intensificazione dell'attività idrotermale nell'area di Pisciarelli è ben noto e costantemente descritto in lavori scientifici e nei Bollettini rilasciati settimanalmente e mensilmente e consultabili a questo link;
- l’area di Pisciarelli è chiusa al pubblico per motivi di sicurezza dal mese di novembre del 2018 (Ordinanza n. 190 del 30.11.2018 del Sindaco di Pozzuoli).
 
Si smentisce pertanto il contenuto del video apparentemente realizzato in violazione alla predetta ordinanza sindacale, alle ordinanze vigenti per il contenimento del Covid-19 (ordinanze del Presidente della Regione Campania e della Presidenza del Consiglio dei Ministri) e che contiene anche elementi di possibile procurato allarme che saranno prontamente segnalate alle autorità competenti.
In questo periodo di emergenza COVID-19, l'INGV garantisce la piena operatività delle sue Sale di monitoraggio sismico, vulcanico e allerta maremoto di Roma, Napoli e Catania e della reperibilità dei gruppi di emergenza, in assoluta sicurezza per tutti coloro che vi operano.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni