Home | Interno | Forze Armate | Ricordata al 6° reggimento Alpini la battaglia di Nikolajewka

Ricordata al 6° reggimento Alpini la battaglia di Nikolajewka

La battaglia, avvenuta nel gennaio di 76 anni fa, rappresentò l’epilogo dell’eroico ripiegamento degli Alpini dal fronte russo

image

>
Nel piazzale della caserma «Lugramani» di Brunico, sede del Comando del 6° reggimento Alpini, è stata ricordata la battaglia di Nikolajewka, ultimo atto del ripiegamento dei soldati italiani dal fronte russo durante la Seconda Guerra Mondiale.
Per il valore dimostrato in tale circostanza dagli Alpini del 6°, la Bandiera del reggimento fu decorata di una Medaglia d’Oro al Valor Militare.
 

 
Rivolgendosi alle Autorità civili e militari presenti, ai rappresentanti delle Associazioni combattentistiche e d’arma ed ai numerosi ospiti intervenuti, il Comandante del reggimento, Colonnello Massimo Comelli, ha sottolineato come il ricordo dei sacrifici compiuti dagli Alpini di allora – il cui eroismo si impose all’ammirazione del mondo – sia tutt’ora motivo di forte orgoglio per tutti gli effettivi all’Unità delle Truppe Alpine dell’Esercito che, oggi come allora, operano con impegno e dedizione al servizio del Paese.


Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande