Home | Interno | Forze Armate | Gli Alpini ricordano San Maurizio patrono del Corpo

Gli Alpini ricordano San Maurizio patrono del Corpo

Il vice comandante delle Truppe Alpine Gen. Div. Ignazio Gamba assieme al Commissario del Governo Vito Cusumano ha partecipato alla funzione religiosa

image

>
Il vice comandante delle Truppe Alpine Gen. Div. Ignazio Gamba assieme al Commissario del Governo Vito Cusumano ha partecipato alla funzione religiosa in memoria di San Maurizio patrono del Corpo degli Alpini.
Alla messa, officiata nella chiesa del comprensorio militare «Druso», hanno preso parte le autorità militari e civili del capoluogo altoatesino e una rappresentanza delle Forze Armate, dei Corpi Armati dello Stato dell’Associazione Nazionale Alpini e delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma presenti in Regione.
Il corpo degli alpini, che oggi vede oltre 10.000 militari è presente con i suoi reparti in tutto il Nord Italia e nella zona appenninica.
 

 
Nel ringraziare i convenuti, il Gen. Div. Gamba ha ricordato come «San Maurizio sia un esempio di dedizione al servizio, gli Alpini tutti, in armi e in congedo, ricordano il comandante della Legione che sacrificò la propria vita ai valori di cristiani.
«Agli uomini in uniforme – ha continuato – viene richiesto, oggi come allora, la capacità di discernimento, di giudizio e di sacrificio verso il prossimo.»
 

 
Patrono del corpo degli Alpini San Maurizio, martire del terzo secolo, è l’esempio del guerriero cristiano. Risale al 1938, la proposta di nominare un Protettore del Corpo, la scelta cadde su San Maurizio, soldato di una legione romana alpina, martire, intrepido e valoroso combattente per la Patria vicino allo spirito alpino.
Nel 1941, con decreto papale del 19 luglio, Papa Pio XII ha dichiarato «San Maurizio martire celeste patrono presso Dio del Corpo dell'Esercito Italiano denominato Alpini».
 

 
Il più antico documento sul suo martirio e su quello dei suoi commilitoni della legione tebana risale al 450-455. Il racconto presenta Maurizio come il primicerius, uno degli ufficiali comandanti della unità che pare fosse originaria dell'Egitto ed era stata trasferita in occidente dall'imperatore Massimiano Erculeo
San Maurizio fu già patrono del Sacro Romano Impero e la sua spada faceva parte del corredo del trono imperiale.
Santo patrono di diverse località in Italia e all'estero San Maurizio è protettore anche della Savoia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande