Home | Interno | Parità di Genere | «Donne e violenze di guerra»: lunedì 28 un seminario

«Donne e violenze di guerra»: lunedì 28 un seminario

Proposto dalla Fondazione Museo storico del Trentino e l'Istituto Storico Italo-Germanico della Fondazione Bruno Kessler, si svolgerà alla Caritro di Trento

Lunedì 28 novembre, a partire dalle ore 16.30 presso la Sala della Fondazione Caritro a Trento, la Fondazione Museo storico del Trentino e l'Istituto Storico Italo-Germanico della Fondazione Bruno Kessler propongono il seminario «Donne e violenze di guerra», confermando il loro impegno comune per l'eliminazione della violenza contro le donne. Il pomeriggio di studi è a cura di Fernanda Alfieri, Cecilia Nubola ed Elena Tonezzer.
Al centro di questa quinta edizione del seminario per riflettere sull'eliminazione delle varie forme di violenza contro il genere femminile ci sono le forme molteplici che la violenza di guerra può assumere, da quella fisica a quella simbolica, da quella attuata a quella legittimata da istituzioni e leggi liberticide.
Come ogni anno, a partire da casi di studio documentati nella storia, vari saranno gli ambiti cronologici e geografici osservati.
 
Francesco Filippi, storico della mentalità, collaboratore della Fondazione Museo storico del Trentino e autore di numerosi studi fra cui Noi però gli abbiamo fatto le strade: le colonie italiane tra bugie, razzismi e amnesie (Bollati Boringhieri, 2021), affronta il tema della violenza coloniale e dei risvolti di genere assunti nel caso particolare del colonialismo italiano.
Cecilia Nubola, storica dell'età contemporanea e ricercatrice della Fondazione Bruno Kessler, esamina vicende documentate di violenza agita dalle donne, in un quadro in cui domina una casistica in cui le donne sono dalla parte di chi la subisce.
Ester Gallo, docente di diritto internazionale all'Università di Trento, aprirà la riflessione al tempo presente esaminando il volto violento della norma giuridica, come mostra il caso dell'Afghanistan.
 
Marina Brancato, antropologa dell'Università degli studi di Napoli L'Orientale, spiegherà come le rappresentazioni e le narrazioni costruiscano un immaginario fortemente patriarcale sulla violenza di genere anche in tempi recenti. La proiezione di un video con materiali d'archivio aiuterà a riflettere sull'uso della violenza sessuale come forma di punizione.
Il seminario sarà introdotto da Elena Tonezzer, ricercatrice della Fondazione Museo storico del Trentino, la discussione sarà coordinata da Fernanda Alfieri, storica dell'età moderna e della sessualità (Università di Bologna).
Il seminario è aperto a tutta la cittadinanza. La partecipazione degli insegnanti al seminario è riconosciuta come corso di aggiornamento ai sensi del D.P. 1328 del 1° giugno 2001.
Per partecipare non è richiesta l'iscrizione ma è sufficiente compilare l'apposito modulo all'ingresso e all'uscita della sala, avendo cura di indicare l'indirizzo mail al quale sarà inviato l'attestato di partecipazione.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande