Home | Interno | Parità di Genere | Si è corsa stamattina la quarta WIRun Trento 2018

Si è corsa stamattina la quarta WIRun Trento 2018

Oltre 1.400 persone oggi per dire no alla violenza sulle donne, raccolti 12.000 euro

image

Foto ©MariannaZanetti per WIRun Trento.
 
Una folla colorata si è riunita oggi al Parco delle Albere per lanciare un messaggio positivo di vicinanza alle vittime di violenza e supporto a chi ogni giorno si occupa di loro.
Cinque chilometri percorsi insieme, per sostenere l’attività del Fondo «La violenza non è un destino», che offre un aiuto concreto per sostenere le donne vittime di violenza nel riprendere in mano la propria vita.
Oltre 12mila euro la prima stima dei fondi raccolti: raddoppiata la raccolta dello scorso anno.
L’evento in occasione della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.
Rispetto, coraggio, fiducia: sui pettorali le parole di speranza al posto dei numeri di gara insieme alle simboliche magliette rosse
 

 
Palloncini rossi, magliette, pettorali che invitano a reagire e a essere forti e solidali: una folla colorata e festosa si è riunita oggi alla WIRun Trento 2018 al Parco delle Albere per lanciare un messaggio positivo, di unione e di vicinanza a tutte le vittime di violenza.
Oltre 1.400 le iscrizioni ufficiali alla quarta edizione della corsa o passeggiata non competitiva di 5 chilometri.
Ma tante sono state le persone che hanno voluto partecipare anche senza iscriversi, spinte dallo spirito di adesione al messaggio della Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.
Numerose le donazioni spontanee al Fondo a cui sono destinati tutti i proventi.
Una prima stima della raccolta iscrizioni e delle donazioni supera i 12mila euro, raddoppiando la cifra dello scorso anno. Ma in tanti stanno ancora continuando a donare.
 

 
Il Fondo «La violenza non è un destino» supporta le vittime di violenza e i loro figli e figlie, finanziando i piccoli bisogni concreti necessari ad iniziare un percorso individuale di uscita dalla violenza.
È gestito direttamente da Famiglia Materna e da Punto d’Approdo, strutture con una lunga esperienza di accoglienza di donne e minori in situazioni di disagio.
Possono accedervi donne di tutto il territorio trentino segnalate dalle strutture e dalle associazioni che in provincia assistono le vittime di violenza.
Maggiori informazioni su: https://www.famigliamaterna.it/cosa-facciamo/contrasto-alla-violenza-di-genere/
Oggi alla WIRun si è voluto lanciare un messaggio importante: mostrare la forza del gruppo, vivere in sicurezza la propria città e intendere lo sport come strumento per rafforzare la fiducia in se stesse.
Per testimoniarlo al posto dei numeri di gara i pettorali dei partecipanti hanno riportato parole di incitamento alla libertà e al coraggio: messaggi di vicinanza indirizzati anche alle vittime di violenza.
Al fianco di donne e bambini, anche tanti uomini e ragazzi. Molti organizzati in gruppi spontanei (il più numeroso quello degli Scout CNGEI).
 

 
Accanto a loro, in questa edizione, le associazioni che sul territorio trentino si occupano di sostenere e aiutare le donne vittime di violenza.
I loro operatori e operatrici sono stati quest’anno i testimonial in prima fila, scelti per aprire la corsa insieme ai rappresentanti delle istituzioni locali e degli sponsor che hanno supportato WIRun Trento.
L'iniziativa si è svolta in collaborazione con Provincia autonoma di Trento, del Comune di Trento e dell'Università di Trento.
Grande anche il supporto da parte degli sponsor che anche quest’anno hanno aderito con convinzione per sostenere i costi dell'organizzazione di questa edizione della WIRun Trento.
In prima fila i main sponsor che hanno contribuito con grande generosità all’evento: Conad, La Sportiva, Sparkasse- Cassa di Risparmio di Bolzano Euro&Promos.
Danno il loro supporto anche: Areaderma Natura Cosmetica Trentina, ITAS Mutua-Assicuritas, Ferramenta Centro Vendite Galvagni, Menz&Gasser, Risto 3, Puntoevirgola, Salone Idea Donna, Sosi - Il pane di Trento.
 

 
In questa edizione hanno dato supporto logistico anche MUSE - Museo delle Scienze e e soprattutto 91° Adunata Alpini - ANA Sezione Trento che con grande generosità ha messo a disposizione la sede di via Olivetti, insieme a collaborazione e tanti buoni consigli.
Durante la WIRun 2018 è stata data anche visibilità alle associazioni presenti sul territorio trentino che si occupano di supportare le persone vittime di violenza.
Come nelle edizioni precedenti, è stato creato un punto di aggregazione informale nel quale i/le partecipanti alla manifestazione, gli enti e le istituzioni coinvolte possano incontrarsi e conoscersi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni