Home | Interno | Riva Arco Torbole | Il Garda Trentino affida agli under 40 il suo futuro eco-friendly

Il Garda Trentino affida agli under 40 il suo futuro eco-friendly

Il Comune di Arco e Garda Trentino S.p.A. hanno programmato per venerdì 20 novembre un workshop online per condividere visioni di lungo periodo


Photo Credits: Jennifer Doohan.
 
Una destinazione di successo come il Garda Trentino, non può fermarsi sui risultati conseguiti, ma guardare avanti, anche e soprattutto in un periodo delicato come quello che stiamo attraversando. Il workshop online «Una comunità resiliente per un territorio accogliente», presentato quest'oggi in una videoconferenza stampa, si pone l’obiettivo di trattare alcune macro-tematiche sul futuro dell’Alto Garda, legate alla sostenibilità.
Alla videoconferenza hanno preso parte: il Sindaco di Arco Alessandro Betta, l’Assessore all’Ambiente di Arco Gabriele Andreasi, la Dirigente area tecnica di Arco Bianca Maria Simoncelli, il Direttore di Garda Trentino S.p.A. Oskar Schwazer, la Direttrice di EIT Climate-KIC Angelica Monaco, Elisa Morganti di Hub Innovazione Trentino, Alessandro Gretter di Fondazione Edmund Mach e Rocco Scolozzi dell’Università degli Studi di Trento.
Ai tavoli di lavoro del workshop, in programma venerdì 20 novembre sempre in modalità online, siederanno 40 attori under 40 del territorio altogardesano che si confronteranno su mobilità, agricoltura e cibo, spreco di risorse ed economia circolare, tutela e promozione del paesaggio.
 
«Questa tipologia di progetti è molto importante in quanto pone al centro del dibattito le politiche ambientali.
«Troppo spesso, il tema dell'ambientalismo viene strumentalizzato per arrivare al cuore delle persone. Credo invece che oggi ci sia la necessità di affrontare il tema in maniera seria e concreta», – ha spiegato il Sindaco di Arco Alessandro Betta. Organizzato dal Comune di Arco e Garda Trentino S.p.A., l’evento si propone come momento di confronto fra i partecipanti per riflettere non solo sulla necessità di uno sviluppo locale turistico ma anche sulla possibilità di mettere in campo fin da subito alcune strategie in funzione dell’obiettivo finale di un 2040 sostenibile.
«Il turismo ricopre un ruolo centrale per il nostro territorio e porta flussi importanti di persone che, una volta arrivate in loco, devono essere considerate come «cittadini a tempo determinato» da educare sotto il profilo della sostenibilità, – ha commentato il direttore di Garda Trentino S.p.A. Oskar Schwazer. – I turisti hanno la capacità di adattarsi ai territori che portano avanti queste politiche, salvaguardando la principale risorsa a nostra disposizione: la natura.»
 
Questa giornata di confronto, che sarà rivolta ai rappresentanti dei diversi settori del territorio, alternerà momenti di riflessione individuale ad altri di discussione e condivisione per individuare elementi strategici da sviluppare nel corso dei prossimi anni, – ha affermato Bianca Maria Simoncelli, Dirigente area tecnica di Arco. – Il Comune di Arco è sempre stato molto attento agli aspetti ambientali, tanto da essere registrato sin dal 2009 all'EMAS, vincendone nel 2019 il premio per la comunicazione in materia ambientale.
«Proprio da questo premio è nata l'idea di continuare questo tipo di comunicazione e organizzare un workshop come momento di confronto, insieme al supporto dell’APT e di altre importanti associazioni che hanno i nostri stessi obiettivi.»
In questo percorso, il Comune di Arco e Garda Trentino S.p.A. infatti saranno accompagnati dalla Fondazione Edmund Mach, da Hub Innovazione Trentino e dall’Università degli Studi di Trento. Questi soggetti, nell’ambito del progetto «Deep Demonstration Forging Resilience in Dolomites» co-finanziato da EIT Climate-KIC, hanno individuato l’esigenza di riorganizzare le modalità operative del comparto turistico nell’era post-COVID-19.
 
«Aderire a questo progetto significa non solo studiare insieme delle soluzioni per agire in maniera concreta – ha detto Alessandro Gretter del Centro Ricerca e Innovazione della Fondazione Edmund Mach, – ma anche capire chi sono i veri protagonisti del futuro, coloro i quali guideranno il tessuto economico del territorio. Protagonisti non solo tra vent'anni, ma fin da subito.»
Il programma del workshop prevede una giornata di confronto con professionisti del settore dalle 9 alle 15:30, con in programma tavoli di lavoro per condividere idee, visualizzare obiettivi di lungo periodo e identificare strategie bottom up che definiscano la visione al 2040.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni