Home | Interno | Riva Arco Torbole | Arco, encomio solenne a Luca Bertamini e Manuele Galesi

Arco, encomio solenne a Luca Bertamini e Manuele Galesi

Si è tenuta nel pomeriggio di oggi nella sala affrescata di palazzo Marcabruni-Giuliani la cerimonia di conferimento dell’encomio solenne della città di Arco

image

>
«Per il personale apporto al salvataggio di un concittadino durante il quale ha manifestato l’esemplare disponibilità a soccorrere una persona in difficoltà e un sincero e profondo interessamento verso la nostra comunità, che gli sono valsi la stima e la riconoscenza dell’amministrazione arcense e di tutta la cittadinanza.»
Così recita il testo sulle pergamene consegnate dal sindaco Alessandro Betta ai due ragazzi, entrambi trentenni, assieme a una riproduzione artistica del castello di Arco.
 

 
Alla cerimonia hanno preso parte, assieme al sindaco, il vicesindaco Roberto Zampiccoli e gli assessori Gabriele Andreasi, Guido Trebo e Nicola Cattoi, il presidente del Consiglio comunale Flavio tamburini, il comandante del Corpo intercomunale di polizia locale Alto Garda e Ledro Marco D’Arcangelo, il dirigente dell’Area servizi alla persona Stefano Lavarini e il consigliere comunale Tommaso Ulivieri.
 

 
I due ragazzi sono intervenuti, ai primi di settembre, al verificarsi di una situazione triste e drammatica: mentre stavano pescando sul Sarca, un ragazzo all’incirca loro coetaneo aveva mostrato l’intenzione di buttarsi da uno dei ponti ciclopedonali sul Sarca.
Cosa dalla quale sono riusciti, con prontezza e determinazione, a farlo desistere, dando man forte al comandante della polizia locale D’Arcangelo, anche lui casualmente sul posto, avvicinando il ragazzo e instaurando un dialogo, ma non senza rischi, causa la particolare posizione in cui si sono venuti a trovare.
 

 
«Il gesto che avete compiuto -ha detto loro il sindaco in apertura della cerimonia- cioè guardare non alla vostra incolumità ma a una persona che stava correndo un grave rischio, è davvero bello, in questi tempi complessi, e dà alla nostra comunità un segno positivo, lanciando un buon esempio che invita tutti a riflettere sull’opportunità di spendersi per gli altri.
«Il vostro gesto è stato una cosa molto bella che abbiamo ammirato e che ci siamo segnati, anche il comandante D’Arcangelo ce l’aveva segnalato, e ora è venuto il momento di un giusto riconoscimento.
«Siete un bell’esempio all’interno della nostra città, ancora di più per il fatto di essere così giovani.»
 

 
Il ragazzo soccorso, che al momento del fatto si trovava in una situazione di alterazione dell'equilibrio psichico e di grave sofferenza, è stato poi curato e oggi sta bene.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni