Home | Interno | Riva Arco Torbole | Riva: Congresso Nazionale di Emergenza e Urgenza Sanitaria

Riva: Congresso Nazionale di Emergenza e Urgenza Sanitaria

Fino al 22 settembre un confronto fra tutti gli attori del sistema, intra e pre ospedaliero

Si è aperto stamattina a Riva del Garda il secondo Congresso Nazionale di Emergenza e Urgenza Sanitaria, che a un anno e mezzo dall’inizio della pandemia si pone come obiettivo quello di fare il punto coinvolgendo tutti gli attori del sistema sanitario, intra e pre ospedaliero.
Fino al 22 settembre medici, infermieri, soccorritori, società scientifiche dell’emergenza, federazioni e sindacati e anche il mondo del volontariato con ANPAS, Croce Rossa Italiana e Misericordie d’Italia si confronteranno in 23 sessioni e 14 workshop; 300 i relatori coinvolti, oltre 2.000 gli iscritti al convegno.
E stamattina, in apertura di lavori, è arrivato il saluto dell'assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia della Provincia autonoma di Trento, oltre che quello del sindaco della cittadina lacustre, del coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e del ministro per gli affari regionali e le autonomie nonché presidente della Comunità del Garda.
 
Nelle parole del rappresentante dell'esecutivo provinciale la gratitudine per tutti gli attori del sistema sanitario, dai professionisti ai volontari, che non si sono risparmiati in questi lunghi mesi di emergenza.
In un sistema, quello trentino, del tutto peculiare come spiegato anche dal direttore facente funzioni di Trentino Emergenza 118 Andrea Ventura; un territorio di montagna con paesi distanti dai centri principali ma dove, a fare la differenza, è proprio la rete di volontari che garantisce un servizio capillare di assistenza e di soccorso a distanza.
Ritrovarsi tutti assieme, per la prima volta in presenza è una forte emozione possibile grazie anche alla campagna di vaccinazione che sta procedendo a passi spediti: dall'assessore provinciale è arrivato ancora una volta l'invito dunque a vaccinarsi, per mettere in sicurezza sé e gli altri e per ripartire definitivamente.

Info e programma.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni