Home | Interno | Riva Arco Torbole | C’è del nuovo in viale San Francesco a Riva del Garda

C’è del nuovo in viale San Francesco a Riva del Garda

Oggi pomeriggio, nel centro storico della città, taglio del nastro del negozio della cooperativa Eliodoro


Carrara, Bonollo e Aiardi.

C’è del nuovo in viale San Francesco a Riva del Garda.
La novità appartiene al negozio «D/me» della cooperativa Eliodoro.
«È qualcosa di unico – è stato sottolineato nel corso dell’evento inaugurale – In buona sostanza D/me è il marchio del processo dinamico, di pensiero e di produzione, all’interno di una realtà che promuove percorsi per persone fragili.
«Attraverso il lavoro di mani e menti operose – è stato aggiunto – l’arte incontra il design e la fragilità diventa bellezza.
«Infatti, ogni pezzo prodotto, è unico perché D/me è il brand della spinta creativa, preziosa e vitale di ogni persona, di ogni me per l’appunto.»
 
«Qui si possono acquistare diversi prodotti a partire dall’oggettistica che realizziamo come Eliodoro, – spiega Cristian Aiardi, il presidente della cooperativa. – Oggetti in ceramica dipinta a mano, astucci, tovagliette, foulard e altro in tessuto, borracce con dipinti dei ragazzi, oggettistica d’arredo con materiale di recupero.
«Inoltre, il cliente, qui può trovare e acquistare l’abbigliamento del progetto Quid, altra cooperativa sociale.»
Eliodoro è una cooperativa sociale creata ventitré anni fa, nel mese di novembre del 1998.
 
«Abbiamo deciso di investire e misurarci in un’attività imprenditoriale, – aggiunge il presidente Aiardi. – La volontà è di porre l’attenzione sull’unicità dei prodotti che rispecchia l’unicità delle persone che li realizzano.
«Persone che hanno delle fragilità ma dei grandi talenti, artistici e realizzativi, e che si impegnano a creare, dipingere.
«Per questo la sfida per la cooperativa è riuscire a incuriosire il potenziale cliente, cittadino o turista, con un negozio che proponga prodotti di qualità, considerati belli e utili dal cliente.»
 
All’evento inaugurale sono intervenuti anche Arianna Menegon (coordinatrice di servizi di Eliodoro), Susy Bonollo (responsabile commerciale del negozio), Danila Carrara (coordinatrice di servizi di Eliodoro), la vicesindaca di Riva del Garda, Silvia Betta, e Silvio Salizzoni assessore comunale a eventi e manifestazioni.
Cooperativa Eliodoro ha iniziato a impegnarsi e lavorare sul tema dei tirocini delle persone con disabilità nell’inserimento in azienda.
Successivamente ha sviluppato vari servizi e progetti in particolare per persone fragili e con disabilità e le loro famiglie e per minori con Dsa (disturbi specifici dell’apprendimento).
Oggi la cooperativa si occupa di progetti educativi, socio-assistenziali, diurni e dell’abitare. Conta oltre sessanta soci e segue mediamente sessantacinque persone. Complessivamente, se si considerano le persone supportate, si supera quota cento tra minori e adulti.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni