Home | Interno | Riva Arco Torbole | Garda: promozione unitaria tra Trentino, Lombardia e Veneto

Garda: promozione unitaria tra Trentino, Lombardia e Veneto

Vertice a Riva del Garda tra gli assessori competenti e i referenti turistici delle tre aree

image

 
Le basi per una promozione turistica unitaria del Garda verso i mercati esteri sono state poste oggi a Riva del Garda in un vertice tra l'assessore all'artigianato, commercio, promozione, sport e turismo della Provincia autonoma di Trento, Roberto Failoni, l’assessore della Regione Veneto al turismo, Federico Caner e Massimo Sertori, assessore agli Enti locali, montagna e piccoli comuni della Regione Lombardia, ospiti del Comune di Riva del Garda, presente con il sindaco Cristina Santi che è altresì vicepresidente della Comunità del Garda.
Il progetto è quello di un Garda unico nella promozione turistica sui mercati esteri più lontani, ovvero quelli in cui presentarsi in modo unitario rappresenta un valore aggiunto.
Si è infatti deciso di mettere in comune risorse operative e finanziarie per centrare tale obiettivo.
 
Regione Lombardia e Regione Veneto intendono destinare alla proposta una quota del Fondo dei Comuni confinanti, ovvero quella destinata ai progetti strategici, la Provincia autonoma di Trento metterà invece in campo le competenze nel campo della promozione attraverso la propria società di promozione turistica Trentino Marketing.
Le iniziative promozionali, sottolineano i tre assessori Failoni, Caner e Sertori saranno condivise con gli altri soggetti che sul Garda si occupano di promozione turistica (in primis i Consorzi Lago di Garda di Lombardia e Veneto).
I tre assessori hanno poi incontrato i referenti turistici delle tre aree per confrontarsi sugli aspetti operativi della proposta. Si è quindi deciso di costruire un gruppo di lavoro coordinato da Trentino Marketing per ideare iniziative promozionali da attuare nel 2023 dopo averle condivise con tutti gli attori dei tre territori interessati.
 

 
Per l'assessore Failoni «la sinergia tra i territori e tra gli attori è fondamentale per poter arrivare all'obiettivo fondamentale e storico di promuovere il Garda nella sua interezza. Trentino Marketing avrà il ruolo di coordinare la promozione unitaria in accordo con gli attori dei tre territori».
«Come Lombardia abbiamo sposato da subito l'iniziativa proposta. Si tratta di un progetto che intende coinvolgere tutti gli attori attraverso una cabina di regia comune al fine di raggiungere l'obiettivo che è quello di far conoscere il lago di Garda nel mondo» ha evidenziato l'assessore Sertori.
 
«L'obiettivo è sostenuto anche dal Veneto - sottolinea l'assessore Caner - la nostra volontà è quella di portare avanti un progetto condiviso dai territori e dai relativi referenti turistici. Promuovere il lago di Garda in maniera unitaria è un valore aggiunto per i territori e in particolare per l'economia turistica».
«Promuovere in maniera sinergica con tutti i soggetti del Garda il lago, aumentandone la notorietà e sviluppandone ulteriormente l'economia turistica. È questo l'obiettivo dell'intesa con Veneto e Provincia autonoma di Trento sul quale intendiamo puntare e che riteniamo un esempio importante di collaborazione tra istituzioni» sottolinea Lara Magoni assessore al turismo della Regione Lombardia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande