Home | Interno | Riva Arco Torbole | Entusiasmo sportivo a Riva per la «Morning Run»

Entusiasmo sportivo a Riva per la «Morning Run»

In 430 di corsa all'alba sul Lago di Garda per l’edizione 2022 di km 4,700

image

>
Riva del Garda si è svegliata presto stamattina. A far suonare la sveglia, all’alba, sono stati i 400 e più appassionati della corsa che hanno dato vita alla vivace edizione 2022 della «Morning Run», manifestazione promozionale organizzata da Trentino Eventi, la società che ha ideato la Garda Trentino Half Marathon del prossimo 13 novembre.
Niente cronometro, niente cardiofrequenzimetri e ansia da prestazione per le centinaia di partecipanti, che hanno preso il via alle 5.30 dal piazzale di Porto San Nicolò, mossi semplicemente dal piacere e dalla bellezza di una corsa tonificante sulle rive del Lago di Garda, in un clima di amicizia e allegria, favorito anche dalla ricca colazione da condividere al termine dell’esercizio fisico.
 

 
C’è chi ha comunque coperto di buon ritmo tutti i 4.700 metri del percorso, tra cui anche il sindaco del Comune di Arco Alessandro Betta, e chi invece ha preso il via per il semplice gusto di concedersi un’oretta di libertà nel silenzio e nel suggestivo scenario offerto dal Lago, con le luci dell’alba a fare da ideale cornice alla manifestazione.
L’evento è andato in scena sul percorso classico, lo stesso già proposto nelle passate stagioni. Dopo la partenza da Porto San Nicolò, il lungo serpentone dei partecipanti si è incanalato lungo Viale Rovereto, per poi attraversare le strade del centro storico di Riva del Garda, mentre la città ancora dormiva, e infine correre lungolago da Piazza Battisti fino al traguardo, posto sempre a Porto San Nicolò.
 

 
Ad accogliere i partecipanti, al termine della piacevole attività mattutina, c’erano dell’ottima frutta fresca e una ricca colazione e c’è chi ha approfittato dell’opportunità per concedersi anche un bagno rigenerante nell’acque del lago. Il modo ideale per iniziare la giornata e tuffarsi con rinnovate energie nel weekend.
«La Morning Run è un evento ben lontano dall’agonismo, che si caratterizza per il grande spirito di amicizia che muove i suoi partecipanti, – spiega il presidente del comitato organizzatore Sandro Poli. – Una passeggiata in compagnia, da concludere con una bella colazione a base di frutta fresca di stagione.
«Gli iscritti hanno superato quota 400 e sicuramente tutti hanno vissuto un inizio di giornata differente e piacevole.
«Speravamo di superare quota 500, ovvero di tornare ai numeri del pre-pandemia, quelli del 2019, ma il Covid ha lasciato il segno in molti e c’è ancora chi è frenato dalla preoccupazione, soprattutto visto il target che caratterizza la nostra manifestazione.
«Ci auguriamo che il prossimo anno si possa tornare ai numeri delle precedenti edizioni, cercando di coinvolgere maggiormente anche gli ospiti degli hotel.»
 

 
Lo staff guidato da Sandro Poli ora guarda all’appuntamento del 13 novembre, quando sarà la volta dell’edizione 2022 della Half Marathon Garda Trentino.
«La Half Marathon ci tiene impegnati 365 giorni all’anno, – commenta Sandro Poli. – Le iscrizioni stanno procedendo bene e abbiamo già più di 20 Paesi rappresentati nell’elenco iscritti, tra cui anche il Canada, che va ad aggiungersi alle tante nazioni europee, quali Germania, Francia, Svizzera, Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia e Belgio, giusto per citarne alcune.
Rispetto al passato, stiamo registrando un numero inferiore di adesioni dalla zona dell’Est Europa, Russia in primis, ma questo è un effetto della guerra in corso.
L’obiettivo è comunque quello di raggiungere i 4.000 iscritti, ovvero di riuscire a registrare un incremento rispetto ai 3.680 dello scorso anno».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande