Home | Interno | Riva Arco Torbole | Rock Master torna nella cornice del Climbing Stadium di Arco

Rock Master torna nella cornice del Climbing Stadium di Arco

Generazioni a confronto alla Special Edition del 1° settembre. Presente anche la medaglia d’oro olimpica Janja Garnbret

image

>
Arriva una bella notizia per il grande pubblico del Rock Master. Dopo l’accordo da poco raggiunto tra Comune di Arco, comitato organizzatore Rock Master 20.20 e FASI, l’inizio dei lavori di ammodernamento del Climbing Stadium di Arco è stato posticipato di qualche giorno per permettere di svolgere la Special Edition 2023 nel luogo simbolo dell’arrampicata internazionale: il Climbing Stadium di Arco.  
Venerdì 1° settembre non sarà solo una gara tra ‘titani’ della disciplina, ma un momento di festa per conoscere la storia del Rock Master.
16 leggende dell’arrampicata mostreranno stile, energia nei movimenti e dinamismo sulle pareti storiche arcensi del Climbing Stadium, dove da ormai 36 anni si sfidano a duello i numeri uno.
 
Il programma, già annunciato, rimarrà invariato con il mitico Duello Lead a decretare il nuovo vincitore dell’ambitissimo trofeo.
Fra poco più di un mese spettatori di ogni età spingeranno in alto i supereroi che hanno scritto la storia dell’arrampicata negli ultimi anni, come il ceco Adam Ondra, l’austriaco Jakob Schubert e l’azzurro Stefano Ghisolfi.
Fresca la notizia dell’arrivo ad Arco di Janja Garnbret, la ventiquattrenne slovena che nonostante la giovane età ha superato tutti ed è entrata di diritto nell’Olimpo del climbing.
Nel suo ricco medagliere spiccano l’oro ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020, 6 titoli mondiali tra Boulder, Lead e combinata, ed altri 3 titoli europei, e finora è stata in grado di centrare ben 40 vittorie e 10 trofei in Coppa del Mondo.
 
Sarà interessante il confronto con la nuova generazione di atleti con i giovani Jesse Grupper, Taisei Homma, e ancora Michael Piccolruaz.
Se per quanto riguarda la squadra maschile mancano ancora un paio di nomi all’appello, quella femminile è già al completo.
Oltre alla fuoriclasse Janja Garnbret, si metteranno in mostra le azzurre Laura Rogora e Camilla Moroni, Jessica Pilz e Vita Lukan, entrambe già vincitrici in passato al Rock Master, e la giovanissima Hannah Meul. Infine ci saranno la diciannovenne giapponese Natsuki Tanii, vice campionessa mondiale giovanile e medaglia d’argento ai World Games 2022 nella disciplina Lead, e l’americana Brooke Raboutou, campionessa del mondo giovanile Lead nel 2018 e di combinata nel 2016.
 
Le porte del Climbing Stadium sono aperte per la spumeggiante Special Edition, con l’entrata gratuita per tutti gli amici affezionati del Rock Master che potranno godersi le qualifiche a partire dalle 20.30, e a seguire le finali.
Ma lo show inizierà già nel pomeriggio con un’imperdibile «story telling» assieme alle leggende Janja Garnbret, Adam Ondra e Stefano Ghisolfi, oltre a due ‘special guests’ che fra poco sveleremo.
A ritmo di musica, racconti e duelli adrenalinici si vivrà un’edizione particolarmente coinvolgente che lascerà tutti a bocca aperta.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande