Home | Interno | Riva Arco Torbole | Una chiusura in grande stile che si farà ricordare a lungo

Una chiusura in grande stile che si farà ricordare a lungo

Musicarivafestival conclude la 36ª edizione con la standing ovation di Piazza Battisti per la Colours Jazz Orchestra

image

>
La Colours Jazz Orchestra ha letteralmente fatto impazzire una gremita piazza Cesare Battisti di Riva per la chiusura della XXXVI edizione di musicaRivafestival.
Già ben prima delle 21.30, ora in cui è iniziata l'esibizione, era chiaro l'entusiasmo del pubblico che si è affrettato a prendere posto per l'ultimo concerto del festival che per 15 serate ha accompagnato a suon di musica l'estate rivana.
Dal Requiem di Mozart eseguito con strumenti antichi dalla Makris Symphony Orchestra diretta dal maestro Christian Frattima, ai Percussionisti del Teatro alla Scala di Milano che hanno sfidato il maltempo suonando incredibilmente i loro preziosi strumenti a percussione sotto un brutto temporale.
Dai tre Crepuscoli sul Garda con i Jambow Jane, i Verdecane e la coppia Eung Kwang Lee e Indre Anakaite fino a ieri sera con la Colours Jazz Orchestra e i loro 20 elementi che ha fatto impazzire la piazza antistante la Rocca con tanto di standing ovation finale.
 

 
L'Orchestra, con il supporto della loro telentuosa cantante Monia Angeli e diretta da Massimo Morganti (contemporaneamente direttore e trombonista), ha incantato il pubblico con un fine repertorio jazz unito a classici intramontabili in chiave swing.
Dai Beatles alla Rosalina di Fabio Concato, da Frank Sinatra ai più colti virtuosismi jazz in un connubio perfetto fra musica per cultori del genere e brani per tutti.
E il pubblico è andato totalmente in estasi sciogliendosi in fragorosi applausi.
D'altronde questo concerto era a loro dedicato. Omaggio alla città, questo il titolo, è stata un'esibizione fortemente voluta dal direttore artistico di musicaRivafestival, Mietta Sighele che spiega:
 

 
«Ho voluto chiudere questa edizione di musicaRivafestival con un grande concerto in piazza, gratuito e per tutti.
«D'altronde quest'anno più che mai abbiamo cercato di essere il più possibile eterogenei, vicini al cuore dei rivani e dei tanti turisti che la popolano in estate.
«E l'incredibile affetto e la presenza che anche quest'anno si è fatta sentire a tutti i concerti, mi ha fatto capire che è stata davvero apprezzata e la cosa non può che riempirmi di gioia.»
È stata una serata di grande musica con una delle Big Band più acclamate d’Europa e la voce di Monia Angeli, cantante che vanta importanti collaborazioni con Mogol, Paul Young, Tony Renis e che ha condiviso il palcoscenico con il grande Paolo Villaggio per anni è stata particolarmente apprezzata.
 

 
Uno spettacolo coinvolgente, esplosivo ed emozionante.
Colonna sonora della serata la Colours Jazz Orchestra con i suoi straordinari musicisti ed arrangiamenti.
La Colours Jazz Orchestra oltre ad aver partecipato ai più importanti festival europei ed essere diretta da uno dei migliori trombonisti nazionali, Massimo Morganti, vanta importanti collaborazioni e tour con Kenny Wheeler, Karima, Rossana Casale, Maria Schneider e tanti altri artisti.
La modernità della big band non toglie il fascino del classico e dello swing che passa dall’America all’Europa con disinvoltura.
 
Gli arrangiamenti curati al dettaglio mostrano tutta la bravura dei solisti facendo nascere melodie cantabili dalle armonie e dalle ritmiche magistralmente create.
Un percorso fatto di musica ed emozioni spaziando fra i grandi classici dello Swing e del Jazz fino ad arrivare a quel «What a wonderful world» che ha fatto sognare e sperare tutto il pubblico rivano.
Una chiusura del 36° MusicaRivaFestival in grande stile e con una standing ovation che si farà ricordare a lungo.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni