Home | Interno | Riva Arco Torbole | Segnana: «Da martedì sera anestesista di notte ad Arco»

Segnana: «Da martedì sera anestesista di notte ad Arco»

L’assessore fa il punto con APSS sull’organizzazione dei turni all’ospedale – La UIL FPL Sanità aveva espresso preoccupazione per la mancanza nelle ore notturne

image

>
«L’attenzione sulla sicurezza e sulla qualità dei servizi all’ospedale di Arco è costantemente garantita.
«Siamo in stretto contatto con l’azienda provinciale per i servizi sanitari, fiduciosi che le misure organizzative messe in campo dalla stessa per centrare questo obiettivo sono state attentamente calibrate.»
Lo afferma l’assessore provinciale alla salute, Stefania Segnana, in merito alla riconfigurazione dei turni del medico anestesista all’ospedale di Arco.
«Confidiamo, aggiunge l’assessore che già da martedì prossimo questa presenza sia assicurata.
«L’azienda – conclude l’assessore Segnana – si sta, infatti, già adoperando per coprire i turni di notte con personale qualificato di cui la rete ospedaliera dispone.
«Sappiamo inoltre che sono a buon punto le procedure relative al concorso bandito per coprire il posto di primario, segnale anche questo che testimonia la nostra massima attenzione alle esigenze di un ospedale al servizio della popolazione locale e dei numerosi turisti che frequentano l’Alto Garda.»
 
Nel riquadro seguente la nota che il sindacato aveva inviato alle redazioini poco prima dell'assessore.

La UIL FPL Sanità a nome del suo Segretario Giuseppe Varagone e del Coordinatore Area Medica Dott. Gianluca Lauria Lauria ritengono grave la decisione presa dal Direttore dell’Ospedale di Arco Dott. Luca Fabbri, il quale ha comunicato tramite lettera la sospensione del Medico Anestesista/ Rianimatore dal turno notturno presso l’Ospedale di Arco a partire da lunedì 19 Agosto.

Giuseppe Varagone e Gianluca Lauria Lauria fanno presente che già un anno fa era stato sollevato il problema di carenza dei Medici Anestesisti, tramite comunicato stampa e lettera inviata ai preposti dell’APSS.
Addirittura nei primi mesi del 2019 in un incontro con l’Assessore alla salute, Giuseppe Varagone aveva già fatto presente che a partire dai primi mesi di Agosto su 4 Medici Anestesisti 2 sarebbero andati in pensione e ad oggi nulla è stato fatto.

Questa decisione crea molti disagi in particolare al personale Medico e Sanitario del pronto soccorso il quale sarà costretto tramite l’elisoccorso o ambulanza il trasferimento di tutti i pazienti con patologia rilevanti presso gli ospedali di Trento e Rovereto
Questo disagio si ripercuoterà anche su tutte le Unità Operative del nosocomio Arcense.
Giuseppe Varagone e Gianluca Lauria Lauria chiedono con urgenza un intervento da parte del Presidente della Giunta Provinciale Dott. Maurizio Fugatti ,tramite i suoi preposti, per far sì che questa situazione si risolva in tempi brevi.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni