Home | Interno | Riva Arco Torbole | Windsurf, domenica a Torbole apertura dei mondiali RS:X

Windsurf, domenica a Torbole apertura dei mondiali RS:X

Gran finale di stagione al Circolo Surf Torbole con il Mondiale classe Olimpica RS:X al via domenica 22 settembre con la cerimonia di apertura

image

Foto Elena Giolai.
 
Dopo un’intera estate in cui tantissime tavole olimpiche RS:X hanno colorato le acque del Garda Trentino per allenarsi, prendere confidenza con il campo di regata e conoscere le diverse condizioni possibili con i diversi venti, è ormai giunta l’ora di giocarsi tutte le carte per una convocazione olimpica per Tokyo 2020 con il Mondiale che si svolgerà dal 24 al 28 settembre al Circolo Surf Torbole.
Mai così tanti iscritti in un mondiale RS:X si erano registrati dopo la prima edizione del 2006 e ancora una volta Torbole è la località che segna il record.
Al Circolo Surf Torbole si stanno definendo gli ultimi dettagli prima della cerimonia di apertura prevista domenica 22 settembre tardo pomeriggio con la sfilata dei 250 atleti e i relativi coach, in rappresentanza di 47 nazioni, tra le vie del centro di Torbole e per finire con un benvenuto in piazzetta Lietzmann.
Per l’occasione sarà presente anche l’olimpionica e vice presidente del CONI, nonché direttore tecnico giovanile, Alessandra Sensini, che proprio a Torbole, al primo mondiale dell’allora nuova classe Olimpica RS:X (2006), vinse la medaglia d’oro, vittoria che la convinse a tornare a regatare per la nuova campagna olimpica di Pechino da cui tornò con la medaglia d’argento.
 

 
Dopo un’intensa stagione sportiva il Circolo Surf Torbole si appresta ad organizzare la settimana prossima il terzo mondiale di fila in questo impegnativo 2019: dopo il mondiale Windsurfer e Kona, si chiude con l’eccellenza olimpica, uno degli ultimi appuntamenti utili per staccare un biglietto per Tokyo.
Per questo evento gli organizzatori hanno trovato il supporto di Hydro Dolomiti Energia, che insieme ai giá presenti Garda Trentino, Trentino e Itas Mutua, permette di offrire a regatanti, coach e accompagnatori un livello di eccellenza pari all’importanza della classe olimpica.
Tra le nazioni più numerose oltre ad Italia e Francia, Israele, Gran Bretagna, Spagna e la Cina, sempre più presente non solo a livello numerico, ma anche nei podi dei maggiori eventi internazionali.
Tra gli stati più lontani e inconsueti per il lago di Garda Bielorussia, Egitto, Hong Kong, India, Giappone, Korea, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Filippine, Singapore e Tailandia.
 

 
«Dopo lunghi preparativi ormai ci siamo: l’evento top del 2019 è alle porte! – Ha commentato il Presidente del Circolo Surf Torbole Armando Bronzetti. – In questi ultimi mesi abbiamo ospitato decine di atleti, che si sono allenati tutta l’estate nel nostro bel lago.
«Personalmente sono molto orgoglioso di vedere un nostro atleta, Nicolò Renna, presente in questo massimo evento dopo averlo visto crescere in tutti i più importanti step giovanili.
«Una bella soddisfazione e uno stimolo per tanti altri giovanissimi della nostra squadra agonistica.»
Il programma prevede, dopo l’apertura di domenica sera, regata di prova lunedì 23 e prime regate ufficiali martedì 24 settembre.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni