Home | Interno | Salute | L'assessore provinciale alla salute al congresso AOGOI

L'assessore provinciale alla salute al congresso AOGOI

L'assessore Segnana: «Grazie ai professionisti della sanità per il loro impegno e la loro umanità in questa lunga emergenza»

«Congressi come questo sono fondamentali per il futuro della sanità, per questo vorrei ringraziare tutti coloro che hanno contribuito e in particolare la nostra Azienda sanitaria. Oggi ci ritroviamo di nuovo in presenza dopo il lungo periodo della pandemia, un'emergenza che ha visto i nostri professionisti della sanità dare il massimo, con un grande lavoro di squadra, impegno e competenza. Colgo quindi anche questa occasione per ringraziarli di cuore per la loro dedizione, la loro capacità di essere sempre presenti e per aver saputo offrire ai tanti pazienti presi in carico umanità, un sorriso, un'accoglienza e una cura a 360°».

È stato con queste parole che l'assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia, Stefania Segnana, ha portato nel primo pomeriggio il suo saluto al Congresso AOGOI, che si tiene oggi e domani a Riva del Garda. Accanto all'assessore provinciale vi erano il direttore generale di Apss Antonio Ferro, il presidente dell'Ordine dei Medici di Trento Marco Ioppi e i segretari AOGOI di Trentino- Alto Adige, Fabrizio Taddei, del Veneto Giancarlo Stellin e dell'Emilia Romagna Lorenzo Aguzzoli.


 
Il presidente dell'Ordine dei medici Ioppi ha quindi rimarcato l'importanza della formazione e dell'aggiornamento, vero dovere deontologico, mentre il direttore generale di Apss Ferro ha tratteggiato la riforma in corso in Trentino che si muove nella direzione della «prossimità».
«Stiamo riorganizzando la medicina di famiglia e andando verso una sempre maggiore integrazione fra ospedale e territorio, che si rifletta ad esempio nel percorso nascita, con l'attività di teleconsulto e la capacità di utilizzare nuovi mezzi informatici per essere più vicini ai cittadini - ha commentato il direttore Ferro. - Vi è poi il percorso dell'ospedale policentrico, con tutti gli ospedali di rete che fanno parte di un unico corpo, infine la grande attenzione che stiamo dedicando al tema del personale».
 
Il Congresso AOGOI 2022 Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Emilia Romagna, in questi giorni a Riva del Garda, fa seguito all'edizione di Bologna che si è tenuta nel 2019. Si tratta di un momento di incontro tra ginecologi, ginecologhe e ostetrici ed ostetriche che operano nelle quattro regioni, in un contesto di aggiornamento professionale, che AOGOI - l'Associazione dei Ginecologi Italiani ospedalieri, del territorio e liberi professionisti, promuove in collaborazione con SIGO, AGUI e AGITE. Nove le sessioni previste, con una trentina di relazioni che riguardano temi come ostetricia, endometriosi, chirurgia ginecologica, salute riproduttiva, menopausa, con esperti del contesto multi-regionale ospedaliero, universitario e ambulatoriale. Previsti anche quattro corsi dedicati ad emergenze in sala parto, obesità femminile, cardiotocografia intrapartum ed ecografia del primo trimestre.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande