Home | Interno | Spazio | Stanotte si è affacciata nei nostri cieli la Superluna

Stanotte si è affacciata nei nostri cieli la Superluna

Le sue dimensioni sono apparse maggiori del solito perché si è trattato di una Luna piena nel tratto più vicino alla Terra

image

Foto © Marco Oss.
 
Tecnicamente, la Superluna è la coincidenza di una Luna piena con la minore distanza tra Terra e Luna.
L'effetto è un aumento delle dimensioni apparenti della Luna visto dalla Terra.
Viene chiamata anche «Luna dei Fiori» perché cade nell’apogeo di primavera. E la chiamano così ancora oggi molte tribù di nativi americani.
 
Le dimensioni normali e quelle super.
 
In passato l'associazione della Luna con le maree oceaniche ha portato a credere che in presenza di una Superluna ci possa essere un rischio maggiore di eventi come terremoti ed eruzioni vulcaniche.
Tuttavia tali timori sono ridicoli e, secondo gli scienziati, solo le maree potrebbero essere leggermente più ampie rispetto alla norma, senza comunque portare conseguenze evidenti.
La proponiamo ai nostri lettori nelle due immagini scattate stanotte dal nostro amico Marco Oss.


Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni