Home | Interno | Trento | Trento, sabato al mercato di piazza Dante «La spesa sospesa»

Trento, sabato al mercato di piazza Dante «La spesa sospesa»

Il progetto è di Coldiretti Trentino Alto Adige: «In questo momento difficile per tutti è doveroso pensare alle persone maggiormente colpite dalla crisi»

image

>
Il prossimo Natale sarà un Natale diverso per tutti, ma per molti caratterizzato oltre che dal necessario distanziamento dai propri cari, anche dalle tante difficoltà economiche e da condizioni di precarietà. Per questo, la rete di Coldiretti Giovani Impresa vuole offrire un segnale di solidarietà.
In collaborazione con Campagna Amica, verrà attivato all'interno di tutti i nostri mercati coperti e nelle piazze delle principali città italiane l'iniziativa «la spesa sospesa».
Saranno presenti i giovani volontari che con la loro presenza presenteranno gli obiettivi di solidarietà alimentare e l'importanza di acquistare prodotti italiani.  
L'operazione di beneficienza sarà organizzata attraverso ceste di raccolta dei prodotti presso i banchi dei produttori che prenderanno parte all'iniziativa.
 
Coldiretti Giovani Impresa, in sinergia con Campagna Amica e Coldiretti Trentino Alto Adige realizzeranno il progetto «La Spesa Sospesa» sabato 12 dicembre presso il Mercato Contadino di piazza Dante a Trento, nel consueto orario di apertura (7.30-12.30).
Tutti i prodotti raccolti verranno devoluti al progetto SITICIBO del Banco Alimentare del Trentino Alto Adige. Chiunque volesse prendere parte all’iniziativa di beneficenza troverà i giovani di Coldiretti presso i banchetti dei produttori.

«In questo momento difficile per tutti – afferma il presidente di Coldiretti Trentino Alto Adige Gianluca Barbacovi – è doveroso pensare alle persone maggiormente colpite dalla crisi.
«Come Coldiretti, grazie all’importante impegno dei nostri Giovani Impresa e Campagna Amica, vogliamo dare il nostro contributo organizzando questa iniziativa di solidarietà.
«Oggi, tra l’altro, è la Giornata Mondiale dei Diritti Umani, una data che ci fa riflettere su una delle più terribili problematiche che colpiscono l’umanità: la fame e la povertà.
«La stessa ONU ha affermato che al giorno d'oggi, la povertà si pone come la più grande sfida ai diritti umani al mondo. Combattere la povertà, la privazione e l'esclusione non è una questione di carità, né dipende da quanto uno stato è ricco.
«Affrontando la povertà come una questione obbligata dai diritti umani, il mondo avrà una miglior chance di eliminare questo flagello entro questa generazione. L'eradicazione della povertà è un risultato raggiungibile.»

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni