Home | Interno | Trento | Duecento persone al funerale del regista Aurelio Laino

Duecento persone al funerale del regista Aurelio Laino

In una limpida giornata di autunno l’ultimo saluto delle persone che lo hanno amato

image

>
Si è svolto oggi al cimitero di Trento il funerale del regista Aurelio Laino, scompaerso lo scorso 29 novembre.
Vi hanno assistito due centinaia di persone che, visto il momento, sono state davvero tante. E tutte accuratamente distanziate di oltre un metro l’una dall’altra.
Hanno preso la parola il fratello e la moglie Elena Alessia Negriolli, che ha ricordato la grandezza dello scomparso regista, come uomo, come ricercatore, come regista, come musicista, come marito.

E soprattutto come figlio. Erano presenti anche i genitori Luciana Grillo e Pietro Laino, distrutti da una sofferenza incolmabile.
È impossibile accettare l’idea che un figlio muoia prima dei genitori.
Il nostro giornale si stringe attorno alla famiglia Laino.
In questi momenti è solo l’universalità del dolore che aiuta a comprendere il vuoto della condizione umana di fronte al mistero della morte.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni