Home | Interno | Trento | Nuovi parcheggi pertinenziali in piazza Centa e San Donà

Nuovi parcheggi pertinenziali in piazza Centa e San Donà

Il Piano Urbano della Mobilità del Comune di Trento prevede la possibilità di realizzare parcheggi pertinenziali su ogni area pubblica che venga ritenuta idonea

image

Sono stati individuati dei soggetti attuatori per la realizzazione di parcheggi pertinenziali su aree di proprietà comunale in piazza Centa e in piazza San Donà.
Il Piano Urbano della Mobilità del Comune di Trento prevede la possibilità di realizzare parcheggi pertinenziali su ogni area pubblica che venga ritenuta idonea.
La procedura prevede che il soggetto attuatore venga individuato mediante gara pubblica sulla base di una ipotesi progettuale di massima, con vincoli e prescrizioni specifici definiti dall’Amministrazione comunale.

Tra il soggetto risultato aggiudicatario della gara e l’Amministrazione comunale viene poi stipulata una convenzione per regolarne i rapporti e fissare i relativi reciproci impegni.
Il soggetto attuatore deve predisporre la progettazione sulla base della normativa prevista per le opere pubbliche, acquisire ogni necessaria autorizzazione e quindi affidare la costruzione delle opere ad impresa in possesso di requisiti idonei.
 
 PARCHEGGIO PERTINENZIALE INTERRATO DI PIAZZA CENTA 
Il progetto prevede la costruzione di un piano unico di parcheggio interrato sotto una parte del parco pubblico di Piazza Centa; la porzione del parco da destinare all’opera è stata individuata in modo da ridurre il più possibile il sacrificio delle essenze vegetali preservando tutte le alberature di pregio presenti.
Questa scelta di contemperare l’esigenza di realizzare un quantitativo sufficiente di posti di parcheggio e la volontà dell’Amministrazione di non alterare la specificità e qualità del patrimonio arboreo del parco, ha determinato sia una limitazione dell’area disponibile per la realizzazione del parcheggio sia la sua particolare configurazione planimetrica ad «L».
A fine lavori il parco verrà ripristinato nell’attuale sua configurazione, compresi quindi, oltre alle aree a verde e relative piantumazioni di reintegro, i percorsi pedonali, ciclabili e le aree gioco. Il parcheggio avrà la possibilità di ospitare fino ad un massimo di 44 posti auto in box separati.
 
L’intera struttura interrata sarà eseguita in calcestruzzo armato; sopra la soletta superiore è previsto un riporto di terreno vegetale dello spessore di cm 100 in modo da permettere future piantumazioni. Sul perimetro del parcheggio è prevista la costruzione di una paratia di micropali allo scopo di limitare l’ampiezza degli scavi e prevenire i franamenti del terreno circostante.
L’accesso sia veicolare che pedonale al parcheggio avverrà attraverso una rampa con innesto sulla strada pubblica che delimita il parco a sud-est.
Un ulteriore accesso pedonale con scale ed ascensore verrà realizzato sul lato nord-ovest erigendo la relativa torretta che insieme alla rampa saranno e alle griglie di aerazione a raso costituiranno le uniche strutture a vista una volta ripristinato il piano del parco.
Il soggetto attuatore è la società «Parcheggio San Martino-Centa Società Cooperativa».
 
La convenzione tra la Cooperativa ed il Comune di Trento è stata stipulata in data 23/12/2020. Il diritto di superficie concesso alla Cooperativa riguarda un’area di circa 1460 mq e ha durata di 90 anni.
Progettista delle opere è l’ing. Enzo Cattani, cui è stato affidato anche l’incarico di Direttore dei lavori. La costruzione è stata affidata dalla Cooperativa all’Impresa «Tony Costruzioni Srl» con sede in Trento.
Considerando l’eventualità di possibili ritrovamenti archeologici la relativa sorveglianza è stata affidata al dott. Michele Bassetti della ditta CORA Società archeologica Srl.
I lavori sono stati consegnati in data 25 gennaio 2021 e se ne prevede l’ultimazione nel termine di 240 giorni, quindi entro il mese di settembre del corrente anno.
 
 PARCHEGGIO PERTINENZIALE INTERRATO DI PIAZZA SAN DONÀ 
Il progetto prevede la costruzione di un unico piano di parcheggio interrato che verrà ad occupare l’area che attualmente ospita il parcheggio a raso di piazza San Donà, oltre all’area a verde, il campo da gioco siti a nord-est rispetto al parcheggio e l’area a nord lasciata libera a seguito della demolizione dell’ex centro civico del sobborgo.
Il parcheggio avrà la possibilità di ospitare fino ad un massimo di 81 posti auto di cui 68 in box chiusi e 13 in stalli aperti.
L’intera struttura interrata sarà eseguita in calcestruzzo armato e come richiesto dall’Amministrazione dovrà essere idonea a sopportare carichi stradali e carichi compatibili con la futura realizzazione di un nuovo fabbricato destinato a centro civico e che potrà essere edificato direttamente sopra il parcheggio senza che a tale scopo debba operarsi alcun rinforzo delle strutture portanti del parcheggio stesso.
 
Sopra la soletta superiore è previsto un riporto di materiale dello spessore assestato di cm 80, questo franco e le portate previste consentiranno di utilizzare tutta l’area sia come parcheggio sia di ricavarvi in parte eventuali altre sistemazioni (aree a verde o aree gioco) fintanto che non venga realizzato il nuovo centro civico sulla base di una progettazione che dovrà necessariamente coinvolgere e definire la destinazione dell’intera area circostante.
Sul perimetro del parcheggio è prevista la costruzione di una paratia di micropali allo scopo di limitare l’ampiezza degli scavi e prevenire i franamenti del terreno e delle strade circostanti.
L’accesso veicolare al parcheggio avverrà attraverso una rampa con innesto sulla strada pubblica ad est. Sono previsti inoltre due accessi pedonali con scale, di cui uno anche dotato di ascensore.
 
Quello con ascensore situato di lato accanto alla rampa d’accesso, l’altro, posto in posizione più baricentrica rispetto all’area di parcheggio.
Il soggetto attuatore è la società «San Donà Società Cooperativa». La convenzione tra la Cooperativa ed il Comune di Trento è stata stipulata in data 05/11 /2020.
Il diritto di superficie concesso alla Cooperativa riguarda un’area di circa 2905 mq e ha durata di 90 anni.
Progettista delle opere è l’ing. Orhan Cesare Kurdoglu, cui è stato affidato anche l’incarico di Direttore dei lavori.
La costruzione è stata affidata dalla Cooperativa all’ATI composta dall’impresa Cooperativa Lagorai con sede in Borgo Valsugana e dall’impresa Caliari Giuseppe & C. Srl con sede in Comano Terme.
I lavori sono stati consegnati in data 04 febbraio 2021, la loro durata è stata prevista in 280 giorni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni