Home | Interno | Trento | Passato, presente e futuro uniti da arte di strada e comunità

Passato, presente e futuro uniti da arte di strada e comunità

Sabato 14 maggio a partire dalle ore 15.30 a Campotrentino è in programma l'inaugurazione dei murales

Sabato 14 maggio a partire dalle ore 15.30 a Campotrentino è in programma l'inaugurazione dei murales realizzati su alcuni muri di cemento delle case Itea di via don Guetti che risentono del passare del tempo.
L’idea dei murales è nata nel 2020 da alcuni residenti ed è stata riportata dagli educatori dell’Area dell’Associazione provinciale per i minori (Appm), attivi stabilmente nel quartiere, al Tavolo di lavoro sociale del progetto «Tutti in campo», attivo da anni nel quartiere e finalizzato a promuovere partecipazione, cittadinanza attiva, coesione sociale e a sostenere le famiglie nelle funzioni educative. Al tavolo, coordinato dal servizio Welfare e coesione sociale, partecipano la Circoscrizione Centro storico Piedicastello, Itea Spa, Appm, la parrocchia Madonna della pace e l’associazione di promozione sociale Campotrentino.
 
Il Tavolo ha condiviso l’idea progettuale e la volontà di raccontare attraverso il segno grafico la storia del quartiere, di come era (dimensione rurale), di come è (eterogeneità sociale) e di come si vorrebbe diventasse in futuro (sempre più comunità dialogante). Itea ha messo a disposizione i materiali necessari per i murales concedendo l’autorizzazione alla loro realizzazione sui muri dei propri edifici.
I residenti, sostenuti dagli educatori dell’Area di Appm, hanno partecipato al progetto incontrando gli studenti del liceo artistico A. Vittoria, preparando e pulendo i muretti e traducendo la spiegazione dei murales (raggiungibile online grazie ad un QrCode) nelle lingue d’origine, in linea con l’attuale composizione multietnica del quartiere.
Il compito dato agli studenti è stato quello di dipingere alcuni muri in un quartiere in continua evoluzione, multietnico, eterogeneo, proiettato verso il futuro e alla ricerca di nuove forme di convivenza e dialogo.
 
Sul piano artistico gli studenti hanno rappresentato queste dimensioni con forme, linee stilizzate, colori squillanti, simboli semplici ed universali e di veloce lettura prendendo spunto dallo stile del grafico e designer Bruno Munari.
Le opere rimarranno coperte fino a sabato e alle 16.00 saranno «presentate» e descritte dagli studenti del Liceo A. Vittoria a tutta la comunità di Campotrentino radunata per questo evento. Saranno presenti l’assessora Chiara Maule, la presidente di Itea Spa Francesca Gerosa, il presidente della Circoscrizione Centro storico Piedicastello Claudio Geat, il parroco don Mauro Leonardelli e il direttore di Appm Paolo Romito.
Seguirà un piccolo momento conviviale con la collaborazione del Comitato di Campotrentino, della parrocchia, di Sosi e di Appm, allietato dalla musica con il coro di Campotrentino e dei ragazzi dell’Area musica di Appm. Un’occasione importante per vivere un momento di condivisione e conoscenza.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande