Home | Interno | Trento | Sarà un’Ati il nuovo gestore dell’ostello «Giovane Europa»

Sarà un’Ati il nuovo gestore dell’ostello «Giovane Europa»

Verranno realizzati anche a tutta una serie di interventi migliorativi

image

>
È un’Ati (associazione temporanea di imprese) formata dalla cooperativa «Il Faggio», in qualità di mandataria, e dalle ditte Climart srl, Cova Cucine, Del.Mar. Impianti elettrici di Dellaidotti Walter e Marcolini Cristian, Rospocher Massimiliano, Tecnodor di Comper Damiano, in qualità di mandanti, ad aver vinto l’appalto per la gestione dell’ostello «Giovane Europa» di via Torre Vanga. Il nuovo gestore sarà attivo dal prossimo 1° gennaio, data a partire dalla quale avvierà una serie di lavori di sicurezza e ammodernamento della struttura, per poi dare avvio alla gestione.
Per l’amministrazione comunale era fondamentale avere una gestione solida, sostenibile e continuativa nel tempo, a garanzia sia dell’offerta turistica cittadina che della valorizzazione dello spazio su cui insiste l’ostello.
 
Il contratto di gestione va dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2029, con possibilità di un’eventuale proroga tecnica per un periodo massimo di un ulteriore anno. Il canone annuo di aggiudicazione è di 20 mila 125 euro annui, in rialzo rispetto alla base d’asta proposta dall’amministrazione comunale che era di 15 mila euro.
Sono previsti, a carico del nuovo soggetto gestore, alcuni interventi migliorativi infrastrutturali di adeguamento e ammodernamento della struttura e dei relativi impianti ed arredi come la sostituzione di serramenti esterni al primo piano, pittura di interni, anche a valenza decorativa, sostituzione parziale o integrazione del mobilio e degli arredi in dotazione, sostituzione di materassi e cuscini, ulteriori lavori sugli spazi comuni.
I lavori partiranno il primo gennaio e non appena terminati l’ostello potrà riaprire al pubblico.
 
 Caratteristiche del servizio 
Il servizio di ospitalità presso l’ostello di Trento è rivolto prioritariamente ai giovani, ai loro accompagnatori e alle famiglie senza discriminazioni di alcun tipo; sarà promossa inoltre l’accoglienza di gruppi giovanili coinvolti in iniziative di interesse turistico, culturale, associativo, scolastico, didattico, educativo/formativo, sportivo e sociale, garantendo da parte del soggetto gestore, anche l’attività di informazione ed orientamento nei confronti di turisti e visitatori in merito alle opportunità di fruizione del territorio.
È inoltre prevista l’offerta di eventi ed iniziative che promuovano l’effettiva interazione tra ospiti dell’ostello e spazio cittadino (ambiente universitario, organizzazioni giovanili, mondo associativo culturale e sportivo, ecc.).
Infine - su invio del competente Servizio welfare e coesione sociale del Comune di Trento - è prevista l’accoglienza sociale, in attesa della successiva presa in carico o inserimento in abitazioni, alloggi, strutture di accoglienza, anche d’intesa con altre istituzioni territoriali per temporanee collocazioni.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande