Home | Interno | Trento | Piedibus, il Comune di Trento: «Grazie ai volontari!»

Piedibus, il Comune di Trento: «Grazie ai volontari!»

Sono 15 le scuole primarie del comune coinvolte nel progetto Bambini a piedi sicuri

Sono 15 le scuole primarie coinvolte nel progetto Bambini a piedi sicuri.
Nell'ambito del progetto dal 2010, grazie a gruppi di genitori volontari supportati dall'Amministrazione comunale e dalle scuole, sono stati attivati i Piedibus.
Attualmente sono 3, attivi al mattino e articolati su più linee nel tragitto da casa a scuola.
I volontari, genitori e nonni coinvolti nell'iniziativa, sono 62 di cui 28 a Meano, 15 a Cognola e 18 a Vela.
Oggi, in conferenza stampa, l'assessore alle politiche giovanili Maria Chiara Franzoia ha voluto ringraziarli a nome di tutta la città, premiando il loro impegno con un piccolo omaggio culturale.
 
Ad ogni volontario è stato consegnato un biglietto di ingresso al Teatro di Meano, valido per un adulto per la stagione di prosa oppure per un adulto e un bambino per la stagione ragazzi.
Il Piedibus educa i bambini a muoversi in modo sostenibile, permette agli stessi di socializzare con i coetanei, facendo gruppo e riducendo così i pericoli riscontrabili lungo il percorso da casa a scuola, riduce il traffico veicolare davanti alla scuola e promuove una visione comunitaria e sociale fra i genitori/volontari che con il loro servizio rendono possibile la sua attivazione.
L'iniziativa, coordinata dall'ufficio politiche giovanili, vede, all'avvio di un nuovo Piedibus, l'intervento della polizia locale che garantisce un momento iniziale di informazione e formazione in tema di educazione stradale ai genitori disponibili a diventare autisti volontari.
 
I risultati finora conseguiti dal progetto in termini di miglioramento di mobilità sostenibile dei bambini delle scuole coinvolte è sensibile: in media dopo l'intervento di sensibilizzazione nelle scuole vi è stato un aumento del 15 per cento di adozione di mobilità di spostamento sostenibili dei bambini.
Nelle gare A scuola senz'auto proposte durante l'anno è stato registrato un calo molto elevato di automobili.
Nel corso degli anni sono state inoltre introdotte modifiche viabilistiche per migliorare la pedonalità dei bambini ed è stata attivata una collaborazione con la Fondazione Bruno Kessler per i Piedibus Smart.
Le scuole ed i genitori che fossero interessate a far partire un nuovo Piedibus possono contattare l'ufficio politiche giovanili: rosanna.wegher@comune.trento.it e visitare il sito Trentogiovani.it.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone