Home | Interno | Trento | Elezioni comunali | «Vive la différence!» – Votare donna alle elezioni comunali/ 7

«Vive la différence!» – Votare donna alle elezioni comunali/ 7

Ultima presentazione: Rina Middonti (UDC). Una forza della natura

image

Si chiama Rina Middonti, ma da tempo è chiamata «Rina Ceronte», per via della forza e l'irruenza con cui porta avanti le cause giuste. Detto tra noi, al di là della metafora, bisogna dire che quando carica sembra proprio una Rinaceronte… Insomma, è meglio essere dalla sua che averla contro.
Sotto la corazza, un cuore così.


Splendido esemplare di P????e??? Rhinòkeros, mitico mammifero della famiglia Rhino-cerotidae.
Dentro e fuori la metafora, chi vorrebbe trovarselo contro?

Rina Middonti Giacomozzi è nata a Chieri (Torino) il 30 aprile 1965.
Sposata e mamma di 4 figli (le ultime 2 sono gemelle di quasi 5 anni), è in Trentino dal 1990, dove ha sempre operato nel sociale, prima come assistente domiciliare agli anziani, bambini e disabili. Poi ha lavorato in casa di riposo e all'anfass. Da 2 anni è attiva sul territorio come Presidente dell'associazione «VitArte - insieme per le malattie rare» e Presidente/referente della neonata «Aisla Trentino Alto Adige» per i malati di SLA (sclerosi laterale amiotrofica).
Facendo questo percorso di attività sul territorio si è avvicinata alla gente, conoscendo le vere problematiche dell'esistenza e questo l'ha convinta che doveva mettere a disposizione la sua esperienza e fare qualcosa dall'interno, insieme alla gente.

Un tema a lei molto caro è quello delle donne in politica, perché lei stessa ha trovato una resistenza che non si aspettava.
«Ci sono poche donne in politica, - ammette. - Ma perché? Anzitutto perché fa comodo agli uomini, ma poi dobbiamo ammettere che fa comodo anche alle donne. Il contesto storico però suggerisce che è giunto il momento per colmare il gap. Perché è proprio un vuoto che ci separa dalla giusta politica - precisa, - quello che può essere colmato solo dalla sensibilità femminile. Quella del buonsenso, quella della carità vera e non della carità pelosa di Donna Prassede. Avete mai provato a pensare a una casa senza una donna? Bene, la società è la stessa cosa.»

La sua forza di volontà è esattamente quella di una donna scatenata. Non sopporta le ingiustizie, e fin qui non ci piove. Ma lei è una che le ingiustizie le va a scovare, le tira fuori e le sbatte sugli scogli.
«Ho anch'io un sogno… - Dice quando si placa. - Quello di formare un forte partito di Centro che diventi veramente la casa di tutti perché, ricordatelo, il Centro è vicino a tutti, sia alla destra che alla sinistra. La sofferenza, ma questo non occorre ricordarlo, non ha colore politico»

Insomma, se un giorno la incontrate per strada, e la vedete indossare una T-shirt con la scritta «Abbasso il diavolo!», non meravigliatevi: è lei. E se siete il diavolo, fidatevi: fate gli scongiuri…

Nel servizio fotografico che segue non indossa una T-shirt, perché siamo in casa di Anna Gaddo, la quale ha saputo vestirla rappresentando così la sua irruenza e il suo cuore.

Gli abiti che indossa Rina Middonti sono fatti a mano dalla stilista trentina Anna Gaddo, che da un anno ormai ci mette a cortese disposizione i suoi capi unici e la passerella del suo atelier.
Collane, bracciali e spille sono della ditta Albarosa di Trento, sono fatti con pietre semipreziose, argento laminato oro e altri materiali nobili.




























Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Storia dell'Autonomia

di Mauro Marcantoni

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone