Home | Letteratura | Racconti | «Gatti di Natale» – Racconto di Anna Tava

«Gatti di Natale» – Racconto di Anna Tava

Dedicato ai nostri lettori dall'autrice del romanzo intitolato «Intenso»

Il nuovo gatto si è accomodato sul termosifone, con i suoi occhi gialli guarda negli occhi gialli dell'altro gatto che passa, annusa e se ne va. Nessun pericolo di territorio con quel tipo duro e immobile dal carattere di pietra, ma il cuore dolce, sembra.

I due gatti guardano le palline rosse e i pacchetti che vanno accumulandosi sotto un presepe minimale, senza neanche la stella cometa e Gesù Bambino in braccio alla Madonna.

Il gatto morbido dà una zampata, ma gentile, la boccia dondola un po', riflette una luce.
«Bello», pensa, belli anche questi fiocchi da mordicchiare, bella pure la padrona che va e viene come il solito, ma sembra sorridere più spesso.

Il gatto di pietra colorata riflette: sul fiume l'aria era più fresca e qui invece la temperatura è tiepida e fiocca fuori anziché sopra di lui.

È diventato gatto dopo essere stato sasso di fiume perché una signora l'ha immaginato così, poteva pure vederlo volpe, cerbiatto o chissà che, ma ha visto in lui un gatto e l'ha trasformato.
Davvero nella vita non si può mai sapere. Ha migliaia di anni, ha visto eruzioni, inondazioni, cataclismi, il tempo passare con il tanto e il niente, l'acqua e il fuoco l'hanno cambiato e ricambiato, ma un volto non ce l'ha avuto mai.
Ora sì. E pure una casa. E occhi che lo guardano. E lui ricambia.

Si sente gatto, sì, si sente come quell'altro fatto di carne e pelo. E sente che è Natale, quella cosa che gli umani chiamano Festa e serve loro per sentirsi più buoni, a provarci almeno, dicono.
Lui buono o cattivo non sa cosa sia, ma gli sembra che potrà capirlo, guardando attentamente.
Ci vuol tempo per capire, ma tempo ce n'è, altre migliaia di anni.
«Buon Natale», pensa. Ed è proprio un bel pensiero, gli pare.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

Amici a quattro zampe

di Fabrizio Tucciarone

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni