Home | Letteratura | Libri | Ettore Maria Colombo: «Piove, governo ladro»

Ettore Maria Colombo: «Piove, governo ladro»

Ecco un dizionario della politica per non perdere la bussola nello scontro Renzi-Conte

image

Titolo: Piove, governo ladro. Un dizionario della politica
            della Terza Repubblica, senza dimenticare le altre...

 
Autore: Ettore Maria Colombo
Editore: All Around 2019
 
Pagine: 348, Brossura
Prezzo di copertina: € 18
 
 Descrizione 
La crisi più pazza del mondo, innescata e preparata (da tempo?) da Matteo Renzi, vede gli italiani spettatori increduli.
Al di là del merito, degli schieramenti, al di là perfino delle valutazioni su quanto (e come) fatto dal governo Conte, una cosa è certa: la gran parte dei nostri concittadini ritengono che aprire una crisi di governo oggi – con il Covid che non accenna a mollare la presa e con l’Europa che ha acceso preoccupati riflettori sul Belpaese (dal Recovery plan alla nazionalizzazione dell’Alitalia) – sia, se non una follia, un pericoloso gioco d’azzardo.
 
Al Conte II seguirà il Conte III? Nelle prossime ore lo scopriremo.
Intanto, registriamo che lo strappo renziano ha riportato in auge vecchi formule che appartengono al passato, come il governo di unità nazionale: per chi non lo ricordasse parliamo dell’Andreotti III, metà degli anni Settanta, nel pieno dell’offensiva terroristica e del sequestro Moro. Anni in cui i governi si facevano e disfacevano fuori dalle aule parlamentari.
 
Per non perdere la bussola e provare a leggere lo scontro Renzi-Conte, uno scontro in cui al fioretto si è alternata (spesso e volentieri) la clava, può essere utile la lettura del bel libro di Ettore Colombo Piove, governo ladro.
Un dizionario della politica della Terza Repubblica, senza dimenticare le altre, uscito nel 2020 per le edizioni All Around.
Perché le logiche e i tic del potere – da conservare o conquistare, come nel caso dello scontro Renzi-Conte – a ben vedere, sono sempre gli stessi.
 
«Oggi, Piove, governo ladro» potrebbe essere scambiata per una tipica espressione o modo di dire del grillismo, invece viene dritto dritto dall’Ottocento.
In pochi mesi – dalle elezioni politiche del 4 marzo 2018 in poi – siamo entrati a pieno titolo nella Terza Repubblica.
 
La storia, naturalmente, come la politica, si evolve, cambia freneticamente ma alcuni tecnicismi resistono.
Infatti, esistono alcuni oggetti misteriosi che indicano, nella tecnica elettorale e parlamentare, pratiche ben specifiche.
Tante domande a cui questo libro cerca di fornire alcune risposte il più possibile precise e documentate, non senza un tocco di leggera ironia.

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (0 inviato)

totale: | visualizzati:

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Campi da golf

di Francesco de Mozzi

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni