Home | Letteratura | Libri | Alessandra Jesi Soligoni, «L’epifania di Jibrain»

Alessandra Jesi Soligoni, «L’epifania di Jibrain»

Un libro per bambini che sostiene il progetto UNICEF «Assistenza e cura Bambini siriani nei campi profughi»

image

Titolo: L'epifania di Jibrain
Autrice: Alessandra Jesi Soligoni
 
Illustratrice: Cecilia Brianese
Editore: L'Orto della Cultura 2021
 
Pagine: 33, illustrato, Brossura
Prezzo di copertina: € 13,50
 
Con la chiusura delle scuole, certamente è utile pensare di spingere bambini e ragazzi a leggere, perché il tempo delle vacanze sia anche un tempo di conoscenza e riflessione, e non soltanto di riposo tout court.
Ho già parlato di letteratura per i ragazzi e dunque non posso non ricordare Jesi Soligoni, i suoi romanzi e racconti che hanno il sapore della favola, spesso qualche crudezza della realtà, sempre sono la rivelazione di una sensibilità straordinaria.
E avvicinano delicatamente i piccoli lettori e lettrici all’attualità, toccando anche temi dolorosi e difficili.
 
Questo breve racconto di Alessandra Jesi Soligoni – già recensita più volte – ci trasporta nel mondo dolente dei migranti e ci presenta il piccolo Jibrain, il cui povero villaggio è martoriato dalla guerra.
In cerca di salvezza, con una misera carovana di siriani, fugge, in cerca di una vita migliore, ma si perde nel deserto e nel buio della notte.
«Che gli stava succedendo?... Dov’erano ora sua madre Yasmin, e la tenera sorellina Amal, e Asif suo padre…? Isolato dalla carovana, senza la sua famiglia, nel cuore del deserto si sentiva perduto.»
 
È la notte di Natale, che «resta pur sempre notte di avvento e di nascita»: il piccolo fuggiasco, «volgendo gli occhi verso l’alto, vide comparire nel cielo una grande, luminosa stella cometa».
E sogna i magi, «dall’aspetto regale e tanto potente da incutere rispetto e devozione, e magico timore».
Dorme, avvolto nello scialle della sua mamma, e quando si sveglia è pronto ad andare verso sud, dove ritroverà la sua famiglia. E tutti insieme, abbracciati, sembreranno un piccolo presepe.
 
Le illustrazioni che accompagnano il racconto sono molto belle, delicate e poetiche, come la prosa di Alessandra Jesi Soligoni che si rivolge ai lettori giovani, ma sa parlare al cuore di tutti, giovani e meno giovani.
Questo libro sostiene il progetto UNICEF «Assistenza e cura Bambini siriani nei campi profughi».

Condividi con: Post on Facebook Facebook Twitter Twitter

Subscribe to comments feed Commenti (2 inviato)

avatar
Luciana Grillo è acuta e sensibilissima
lettrice che condivide l'altrui sofferenza con un grande atto d'amore, in particolare quando le vittime sono i bambini.
Thumbs Up Thumbs Down
0
avatar
Luciana 15/06/2021
Cecilia Brianese è una bravissima illustratrice, che rende magici i luoghi e la storia di Alessandra Jesi Soligoni
Thumbs Up Thumbs Down
0
totale: 2 | visualizzati: 1 - 2

Invia il tuo commento comment

Inserisci il codice che vedi sull' immagine:

  • Invia ad un amico Invia ad un amico
  • print Versione stampabile
  • Plain text Versione solo testo

Pensieri, parole, arte

di Daniela Larentis

Parliamone

di Nadia Clementi

Musica e spettacoli

di Sandra Matuella

Psiche e dintorni

di Giuseppe Maiolo

Da una foto una storia

di Maurizio Panizza

Letteratura di genere

di Luciana Grillo

Scenari

di Daniele Bornancin

Dialetto e Tradizione

di Cornelio Galas

Orto e giardino

di Davide Brugna

Giovani in azione

di Astrid Panizza

Nella botte piccola...

di Gianni Pasolini

Gourmet

di Giuseppe Casagrande

Cartoline

di Bruno Lucchi

L'Autonomia ieri e oggi

di Mauro Marcantoni

I miei cammini

di Elena Casagrande